La redazione di www.il9marzo.it pubblica l’articolo Un regalo di compleanno più avanti riprodotto. L’atto di citazione tramite avvocato è un biglietto da visita del neo-segretario generale Luigi Sbarra, che già nella puntata di Report aveva ben fatto intendere quando dice “…lei insinua, allora è questione di avvocati!”. Come redazione di www.sindacalmente.org abbiamo già postato un commento che leggete più avanti nel quale esprimiamo la più sincera e ferma solidarietà al 9marzo.it e una valutazione ben diversa sul cambio al vertice della Cisl da quanto hanno scritto, rispetto alle aspettative attese da tale avvicendamento, Sandro Antoniazzi su c3dm.it e Francesco Riccardi su L’Avvenire, che potete leggere con i link sottostanti. Ecco l’articolo

 Un regalo di compleanno admin  9 marzo 2021  Commenti

Il Prof. Avv. Maurilio D’Angelo ha spedito un atto di citazione che, per puro caso ma non senza significato, ci è arrivato stamattina, nel giorno del nostro sesto compleanno. E quindi lo prendiamo come un regalo.

A nome (elenchiamo i mandanti nell’ordine in cui sono indicati nell’atto) del dottor Sbarra dell’Anas (all’epoca ancora segretario generale aggiunto della Cisl), della signora Anna Maria (quella che le hanno aggiunto il dottor Sbarra dell’Anas, forse per vedere se di due ne facevano uno buono), e del Ragazzini Piero (quello che secondo Bonanni avrebbe gestito con altri il rigonfiamento delle retribuzioni della segreteria generale al di sopra delle indicazioni del regolamento) chiede la rimozione di alcuni post da questo blog, di inibirci di scrivere quel che pensiamo e altre amenità. E un risarcimento danni perché i tre, si sa, alla fine bussano sempre a denari, fosse anche per pochi soldi (come dimostra il caso Weiss).

La prima udienza è fissata per il 20 giugno 2021.

Il Prof. Avv. che scrive è lo stesso che ci scrisse sei anni fa di stare attenti a quello che avremmo scritto. Oggi ci scrive lamentando cose scritte cinque-sei anni fa. Di certo non ha avuto fretta.

Ma per noi va bene così. Il signor Giovanni Graziani, destinatario della citazione, si farà carico di rispondere a nome di tutti. E noi troveremo il modo migliore di raccontarvi tutto.

Perché per noi non c’è niente da nascondere, e nulla nasconderemo.

*********************************++**************************++***************************

Commento di Adriano Serafino per la redazione sindacalmente.org 9 marzo 2021 at 12:01 · Edit

Carissimo Giovanni e redazione tutta, l’atto di citazione in coincidenza del sesto compleanno di il9marzo.it – nato come risposta ad un atto d’imperio contro la Fai dell’allora neo-segretaria generale Annamaria Furlan – è il biglietto di visita dell’attuale neo-segretario Luigi Sbarra sulla quale elezione hanno espresso auspici positivi per la Cisl autorevoli firme come Sandro Antoniazzi sul sito c3dm milanese e di Francesco Riccardi su l’Avvenire, che potete leggere a questi due link

https://www.c3dem.it/cambio-al-vertice-della-cisl-occasione-di-un-rinnovamento-atteso/

https://www.avvenire.it/economia/pagine/cisl-le-sfide-del-cambio-al-vertice-iscritti-e-partecipazione

Leggendo quei loro positivi auspici li ho considerati una forzatura della realtà, un atto di fede verso la Cisl considerata “sempre verde”, con una dinamica sempre positiva per essere un “sindacato nuovo”, in continua evoluzione agganciata alla realtà che rapidamente cambia. Purtroppo non è così! Penso che anche per la Cisl valga la più realistica teoria di GianBattista Vico dei corsi e ricorsi, dei cicli ascendenti e discendenti.

Luigi Sbarra è purtroppo per la Cisl e per tanti iscritti un segnale ancora discendente di una curva iniziata da mo’! E’ salutare per la Cisl constatarlo, riservando l’auspicio ottimistico al maturare di condizioni che liberino il dibattito, compreso quello critico, nelle categorie e nella Confederazione.

Il segnale che perviene a pochi giorni dalla elezione di Sbarra a segretario generale è di tutt’altro segno da quello auspicato da Antoniazzi e Riccardi , è simile – per quanto meno violento e pericoloso – all’atto di Annamaria Furlan contro la volontà dell’Assemblea Congressuale della Fai nel 2014, reprimere allora un atto, oggi una valutazione, un giudizio fortemente critico verso il vertice.

Conforta per il nostro impegno quanto si è detto – e la partecipazione registrata – nel convegno pubblico on line di Sabato 27 febbraio, per continuare a batterci per una società diversa con più giustizia, con più solidarietà, con più democrazia, con più sindacato che sappia valorizzare il senso critico, consenta l’espressione del pluralismo e sperimenti momenti di democrazia diretta, stante il fatto che dispone di aggiornate anagrafe di milioni di iscritti. Un grande abbraccio e teniamoci ben saldi e uniti. Adriano Serafino


2 commenti
  1. Dora Marucco
    Dora Marucco dice:

    bisogna riflettere per elaborare una risposta adeguata non soltanto alla pratica corrente di ricorrere alle vie legali, anziché al confronto di opinioni e al dibattito aperto, franco e soprattutto libero. Nell’immediato sono esterefatta.

    Rispondi

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] del sito http://www.il9marzo.it — Abbiamo già espresso la totale solidarietà nell’articolo https://sindacalmente.org/content/biglietto-da-visita/ e nel coordinamento “Prender parola” si sono decise più azioni da intraprendere in […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *