Bancarotta. L’economia globale in caduta libera. Nel 2010, a metà del percorso attuale della crisi nel finire del 2007, Stiglitz ha dato alle stampe questo importante libro, nel quale cerca di definire le caratteristiche della crisi, che si sviluppava sotto i suoi occhi, e le sue cause. Lo sviluppo del ragionamento che il nobel americano ci sottopone inquadra la crisi in una causa scatenante (il crescere dei debiti privati), alcuni meccanismi specifici legati ad essi (denaro facile, prestiti predatori, incentivi distorsivi, esternalità, crescita dell’ineguaglianza e debolezza della domanda aggregata mondiale), l’evento di un “crac” secondo il classico meccanismo modellizzato da Minsky. Ma tutte cose che si muovono su un quadro profondo di cambiamenti strutturali di più lungo periodo. Questo è l’inizio del commento di Alessandro Visalli  pubblicato su Facebook che potete leggere aprendo l’allegato.

Allegato – Bancarotta. L’economia globale in caduta libera  recensione di A.Visalli del libro di J.Stiglitz

Allegato:
economia_globale_in_caduta_libera_stiglitz.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *