Il senso critico e il pluralismo sono lievito per la democrazia partecipata, per una cultura antagonista al dominio della finanza sull’economia reale, per perseguire un nuovo ordinamento economico. Per una società solidale, fondata sull’eguaglianza dei diritti mai disgiunti dai doveri, serve una democrazia partecipata a livello popolare, un sindacato che ridia “un volto e un’anima alle tessere”, una rappresentanza radicata e determinata a misurarsi con le innovazioni; una rete attiva di cittadinanza nel territorio e nelle periferie capace di dialogare e di dare risposte agli interrogativi di sguardi che già parlano, di percepire la realtà anche con gli occhi degli ultimi, dei tanti lavoratori invisibili e precari. Per essere protagonisti nelle scelte, non spettatori tifosi. Per nuove frontiere di solidarietà.

Seguici su Facebook

Vera e falsa flessibilità

Esiste quella che priva di diritti esigibili i lavoratore e ostacola la programmazione della vita, c'è quella utile al lavoratore e all'azienda Una frase perentoria esorcizzante sulla precarietà “..esiste un solo vaccino: l’abolizione…

A chi i voti persi dalla Lega?

Numeri assoluti del Referendum. I flussi del voto regionale Vince il Sì, alcuni commentatori hanno scritto stravince e Di Maio si intesta il “successo storico”.  Nella tradizionale maratona della 7, Mentana, per primo, lancia la valutazione…

Addio a Rossana Rossanda

Rossana Rossanda è  morta nella notte del 19 settembre a Roma. Aveva 96 anni. Il Manifesto ne da l’annuncio pubblicando sul suo sito questa bella immagine con due articoli scritti ( v.allegati) da Rossanda nell'estate dello scorso anno.…

Lavorare meno lavorare tutti

Volker Telljohann è un ricercatore Ires Emilia Romagna. Ha pubblicato”Lavorare menon lavorare tutti”, sul sito collettiva.it, facendo il punto di quanto il sindacato sta proponendo, e in parte ottiene, in Germania. In Italia il sindacato…

Airaudo: un’incarico zavorrato dal passato

L’elezione di Giorgio Airaudo a segretario generale Fiom del Piemonte, ha sorpreso e stupito non pochi, in quanto questo ritorno (Airaudo ha lasciato incarichi di segretario della Fiom sette anni fa, optando per la politica e le cariche elettive…

Dana, la vendetta del Tav

Quella che si sta scrivendo in Val Susa è una pagina di diritto penale “del nemico”, sempre più lontana dal diritto penale classico... Dana Lauriola, 38 anni - Movimento No Tav Giovedì 17 settembre, alle 6.00, Dana Lauriola,…