Il senso critico e il pluralismo sono lievito per la democrazia partecipata, per una cultura antagonista al dominio della finanza sull’economia reale, per perseguire un nuovo ordinamento economico. Per una società solidale, fondata sull’eguaglianza dei diritti mai disgiunti dai doveri, serve una democrazia partecipata a livello popolare, un sindacato che ridia “un volto e un’anima alle tessere”, una rappresentanza radicata e determinata a misurarsi con le innovazioni; una rete attiva di cittadinanza nel territorio e nelle periferie capace di dialogare e di dare risposte agli interrogativi di sguardi che già parlano, di percepire la realtà anche con gli occhi degli ultimi, dei tanti lavoratori invisibili e precari. Per essere protagonisti nelle scelte, non spettatori tifosi. Per nuove frontiere di solidarietà.

Seguici su Facebook

Sfoglia gli Archivi

La solidarietà oltre il porto

Proteste sbagliate e senso di comunità. La solidarietà oltre il porto - Francesco Riccardi, su L'Avvenire, scrive un articolo di grande valore. Ci siamo interrogati perchè una simile chiarezza di linguaggio e di concetti manchi al sindacato…

La posta in gioco

Manifestazione antifascista convocata da Cgil-Cisl-Uil per Sabato 16 ottobre a Roma e secondo turno per il ballottaggio - 17 e18 ottobre - per importanti Comuni tra i quali Roma, Torino e Trieste, si sono accavallati. La posta in gioco è elevata…

Al lavoro malpagati

La newsletter di www.nuovi-lavori.it n.284 del 12 OTTOBRE 2021 è dedicata totalmente al salario minimo per il quale da anni si assiste ad un dibattito "carsico", ovvvero appare sulla scena come un problema urgente e primario per poi scomparire…

Poveri e senza sussidio

Poveri e senza sussidio. E’ l’articolo sul Reddito di Cittadinanza di Gloria Riva su L’Espresso n.42 che commenta il Rapporto della Caritas presentato a luglio. Estenderlo, ridurlo, eliminarlo? Se c’è un argomento che spacca la maggioranza…

La troika ancora a mani vuote

Giovanni Graziani ci manda il terzo aggiornamento sull’evoluzione della causa temerariamente intentata dalla troika Sbarra-Furlan-Ragazzini nei suoi confronti per tentare di intimidire tutto il gruppo de ‘il9marzo.it’. Ricordiamo che…

“I care” della Perugia-Assisi

“I Care”. In marcia per una società della cura - Poco rilievo sui media e sulla carta stampata. Mario Di Vito su Il Manifesto - Perugia-Assisi. Tra i volti, oltre alla presenza istituzionale del sindaco di Perugia Andrea Romizi e della…