COS’È IL BONUS-MALUS APPLICATO IN FRANCIA PER I CONSUMI ENERGETICI

Si tratta di un esempio di tariffazione progressiva in proporzione al reddito e che incentiva in modo sensibile il risparmio energetico.

La maggiore protezione sociale in Francia (molto superiore alla nostra) è stato un fattore che ha contribuito notevolmente a limitare gli effetti deprimenti sui consumi,

La protezione sociale però è ancorata a dei principi di progressività in base al reddito ed alla condizione sociale.

Così, come nel resto d’Europa, in questi anni si è fatta strada una forma di fiscalità, anche nella gestione tariffaria, che penalizza chi spreca o inquina l’ambiente, mentre premia chi risparmia e rispetta le regole ambientali.

NON È COSI’ in Italia:

gli elementi di progressività che esistevano sono divenuti evanescenti: in questi anni è prevalso il criterio che i vantaggi sono di pochi, ma che le agevolazioni sono di tutti.

Anche una fiscalità legata ad una logica ambientale che sia incentivante non ha avuto spazio applicativo (la stessa Tarsu non riesce ad avere questa funzione).

Eppure i conti delle famiglie e i costi ambientali (che oggi sono soprattutto costi pubblici) chiedono logiche diverse, e urgentemente.

Allegato:
tariffazione_progressiva_energia_in_francia.pdf

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *