Torna in pista il Ponte sullo Stretto: la storia infinita di un pozzo senza fondoIl governo Meloni, per bocca del vicepremier e ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini, rimette in pista il progetto di un collegamento «fisso, statico, sicuro, moderno, ecocompatibile» tra Reggio Calabria e Messina. La Corte dei Conti ha calcolato che in 31 anni (tra il 1981 e il 2012), sono stati spesi oltre 312 milioni di euro in ricerche, studi e progetti ….

A cui si aggiungono altri 300 milioni di euro di indennizzo richiesti dal general contractor Eurolink (oggi Webuild), incaricata del progetto esecutivo che non ha fornito gli approfondimenti di carattere tecnico ed economico-finanziario richiesti dal governo Monti.

In 51 anni non è stato dimostrato che il ponte sia fattibile in una zona a crescente rischio sismico, di altissimo valore paesaggistico e ambientale, né quali sarebbero i reali benefici dell’opera che l’Europa non finanzia «senza un progetto solido coerente col Green Deal» Per proseguire l’analisi l’analisi di STEFANO LENZI (Wwf) e MARIA MARANÒ (Legambiente)  pubblicata su www.italialibera.it un clic qui https://italialibera.online/ambiente-territorio/torna-in-campo-il-ponte-sullo-stretto-la-storia-infinita-di-un-pozzo-senza-fondo/?utm_source=mailpoet&utm_medium=email&utm_campaign=gli-ultimi-articoli-di-italia-libera-online

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.