I parlamentari del Movimento 5 Stelle sono tutt’ora il gruppo parlamentare di maggioranza relativa. Tutto ciò che sta avvenendo nella trasformazione di questo eterogeneo movimento  – costruito e “inventato” da Beppe Grillo sull’onda dell’indignazione e degli “affa..” e sul vuoto lasciato nel sociale dall’autoreferenzialità dei partiti tradizionali – interagisce con l’insieme della politica italiana e sulle prossime grande scadenze istituzionali: elezioni amministrative di ottobre per oltre 1.200 Comuni, l’elezione del Presidente della Repubblica a febbraio 2022, le elezioni politiche del 2023. E naturalmente la gestione del Pnnr e l’andamento della pandemia Covid con le sue varianti.

All’inizio di Agosto, al termine di un lungo e serrato dibattito, sono stati chiamati al voto i 115.130 iscritti. Il 3 Agosto per votare il nuovo Statuto (hanno votato Sì 53.238 l’87,36% dei votanti)  e po, il 5 e 6 Agosto, per l’elezione di Giuseppe Conte a Presidente del Movimento, che ha ottenuto 62.242 (92,8%) dei 67.064 che hanno votato. Lo Statuto contiene indicazioni e norme per un Movimento che vuole imboccare una strada opposta agli “affa..” dando valore al linguaggio e avendo cura delle parole. Lo Statuto è un documento importante per valutare in seguito le coerenze e i comportamenti: verba volant scriptum manet.

Lo Statuto contiene molte novità sui valori per trasformare questa società e nuove regole di organizzazione e di partecipazione innovative (democrazia diretta per gli iscritti) per ora viste con scetticismo da molti altri partiti, alcuni dei quali si sono limitati per ora a sperimentare primarie spesso improvvisando e cambiando regole di volta in volta. Per maggiori notizie e più documentazione attivare il link del nuovo sito del M5S https://www.movimento5stelle.eu/

Lo Statuto è composto dei seguenti 25 articoli in 39 pagine

  • Art. 1 – Denominazione, sede e simbolo
  • Art. 2 – Carta dei Principi e dei Valori – Finalità
  • Art. 3 – Assenza di fine lucrativo
  • Art. 4 – Funzionamento dell’Associazione
  • Art. 5 – Iscritti al MoVimento 5 Stelle
  • Art. 6 – Gruppi territoriali
  • Art. 7 – Democrazia diretta e partecipata
  • Art. 8 – Forum
  • Art. 9 – Organizzazione del MoVimento 5 Stelle
  • Art. 10 – Assemblea .
  • Art. 11 – Presidente
  • Art. 12 – Garante
  • Art. 13 – Consiglio Nazionale
  • Art. 14 – Comitati .
  • Art. 15 – Scuola di Formazione
  • Art. 16 – Collegio dei Probiviri
  • Art. 17 – Comitato di Garanzia
  • Art. 18 – Procedimento per l’irrogazione di sanzioni disciplinari
  • Art. 19 – Tesoriere
  • Art. 20 – Bilanci
  • Art. 21 – Organo di controllo
  • Art. 22 – Finanziamento delle attività
  • Art. 23 – Mediazione – Clausola arbitrale
  • Art. 24 – Sospensione e autosospensione
  • Art. 25 – Norme transitorie

L’ art.2 – il principale di uno Statuto – è composto di molti sottopunti, ben sintetizzati, che indicano  la Carta dei Principi, dei Valori e le  Finalità.

Questi i titoli.

a) le cinque stelle che orientano l’azione per: i beni comuni, l’ecologia integrale, la giustizia sociale, l’innovazione tecnologica e l’economia eco-sociale di mercato.

b) il rispetto della persona.

c) pace.

d) democrazia.

e) politica come servizio.

f) etica pubblica.

g) rispetto della legalità.

h) trasparenza e semplificazione.

i) cittadinanza attiva.

j) il diritto alla salute.

k) il diritto all’istruzione.

l) il diritto al lavoro.

m) imprese responsabili.

n) principio di sussidiarietà.

o) cura delle parole.

.

Alleghiamo alcuni articoli di commentatori politici

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *