Lasciateci assumere gli stranieri. Cento aziende del torinese scrivono a prefetto e politici. Il paradosso: lo Stato prima li accoglie, poi li forma, in alcuni casi li aiuta a trovare un lavoro, infine li trasforma in fantasmi. Dietro la stretta sugli irregolari annunciata dal Viminale si nasconde un cortocircuito che impedisce a migliaia di profughi di costruirsi una vita in Italia. Anche se ci sono aziende pronte ad assumerli. Il Prefetto di Torino lancia un bando per collocare 5000 profughi nella Provincia seguendo il modello Valsusa. Le Confederazioni Sindacali? Sostengono il Prefetto e fanno campagna di persuasione nel territorio? Stanno alla finestra perchè è un problema delle istituzioni? Approfondiamo e discutiamone. Per maggior informazione aprire gli allegati.

  • Lasciateci assumere gli stranieri, lettera di 100 aziende_G.Martini_La Stampa
  • Bando del prefetto di Torino per collocare 5000 profughi_ Genta-Peggio_La Stampa
  • cosa sai dei rifugiati:10 domande sugli immigrati _www.Cartadiroma.org
  • Ius Soli a Torino sono 22.000_Repubblica
  • Il grande mercato delle frontiere Eu_Bagnoli-Bodrero_FQ

Allegato:
lasciateci_assumere_i_profughi_martini_la_stampa.doc
estendere_il_modello_valsusa_per_5000_pofughi_stampa.doc
cosa_sai_dei_rifugiati_in_italia_cartadiroma.org_.doc
ius_soli_22mila_a_torino_rocci_repubblica.pdf
il_mercato_delle_frontiere_fq.pdf

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *