Rossana Rossanda, la "ragazza del secolo scorso" vive a Parigi ed è over 90. Il Manifesto in questi giorni ha pubblicato una sua intervista e un messaggio di saluto inviato al Congresso della Sinistra Italiana. Espone sempre con chiarezza il suo pensiero. «Quasi quasi preferirei vincesse Merkel», così titola l'intervista rilasciata a Marina Turi, il 16 febbraio. La parte conclusiva del saluto inviato a Sinistra Italiana, 19 febbraio, ripropone invece il quesito irrisolto del marxismo.

A ben vedere, si ripropone, anch’essa come irrisolta, la questione che nel secolo scorso era stata posta soprattutto da Louis Althusser: se il marxismo, teoria e lotte, debba essere visto come una filosofia o una scienza. Da cui consegue il problema di come debbano organizzarsi i soggetti del cambiamento, se attraverso un partito o diversamente. (…) Non voglio farla lunga e neppure affronto i problemi che ci pose il leninismo. I socialismi reali e i partiti comunisti si sono dissolti senza neppure affrontare le domande che avevano lasciate irrisolte. Desideravo solo indicarvi sommariamente, almeno attraverso qualche esempio, quali, e di quali dimensioni, siano le questioni che il Novecento ha lasciato aperte e sulle quali non mi sembra si possa passare oltre senza tentare di impostare risposte fino ad ora non date. Vi ringrazio ancora per l’amicizia che mi avete dimostrato e vi auguro buon lavoro.

 

 

Allegati

  • Intervista di Marina Turi a Rossana Rossanda_Il Manifesto 16-2-2017
  • La lettera a Sinistra Italiana_Rossana Rossanda Il Manifesto 19-2-17

Allegato:
quasi_quasi_preferire_vincesse_la_merkel_rossanda_manifesto_16-2-17.doc
la_lettera_a_sinistra_italiana_rossanda_manifesto.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *