Alleghiamo il testo integrale dell’omelia pronunciata dal cardinale Matteo Zuppi, arcivescovo di Bologna, ai funerali di David Sassoli del 14 gennaio a Roma. Il cardinale è stato compagno di studi di David. Descrive gli ideali, i valori e il comportamento che ha contrassegnato la vita del Presidente del Consiglio Europeo. Valori che servono a tutti coloro che pensano e vogliono  cambiare il mondo sapendo che occorre una  lunga marcia contrassegnata, passo a passo, dalla fedeltà ad essi. Di seguito alcuni periodi dell’omelia. Alleghiamo anche i messaggi di David Sassoli di Natale 2021 e del giorno della sua elezione a Presidente del Consiglio Europeo.

(…) Faccio mie le parole del suo ultimo saluto per Natale scorso, già molto malato, oggi che nasce lui alla vita del cielo. “In questo anno abbiamo ascoltato il silenzio del pianeta e abbiamo avuto paura ma abbiamo reagito e abbiamo costruito una nuova solidarietà perché nessuno è al sicuro da solo. Abbiamo visto nuovi muri, i nostri confini in alcuni casi sono diventati confini tra morale e immorale, tra umanità e disumanità. Muri eretti contro persone che chiedono riparo dal freddo, dalla fame, dalla guerra, dalla povertà. (…)

David Maria Turoldo scrisse una poesia che David conosceva a memoria: “Dio della vita, sei tu che nasci, che continui a nascere in ogni vita. Voce per chi muore ora: perché non muore, non muore nessuno: niente e nessuno: niente e nessuno muore perché Tu sei. Tu sei e tutto vive, è il Tutto in te che vive: anche la morte!”.(…)

Con tanti ha condiviso il suo I Care, – penso ad esempio alla Chiesa di Roma del febbraio 74 e di don Luigi Di Liegro – sempre unendo fede personale e impegno nella storia, iniziando dagli ultimi, dalle vittime che “hanno gli occhi tutti uguali”, pieno di rispetto e di garbo come suo carattere. C’è chi dice che il cristiano è un signore proprio perché cristiano, anche se nulla tenente, perché ha un tesoro di amore che lo rende tale. Un povero che rende ricchi gli altri. (…)

Per ascoltare il videomessaggio di Natale attivare questo link https://stream24.ilsole24ore.com/video/italia/david-sassoli-l-ultimo-messaggio-natale-l-europa-ha-dovere-proteggere-piu-deboli/AEkbmL7 – in allegato il testo –

La redazione del sito www.nuovi-lavori.it pubblica come saluto-ricordo di David Sassoli il suo  primo discorso come Presidente del Parlamento europeo, “…un testo di grande valore politico e umano.   L’Europa era diventata per te il “grande sogno”, un “ideale storico concreto”, per usare le parole di Jacques Maritain, un autore a te molto caro. Riproponiamo questo testo non solo per fare memoria della tua persona, ma anche per prenderci l’impegno di continuare sulla scia della tua “buona battaglia”. http://www.nuovi-lavori.it/index.php/sezioni/2162-non-era-un-mito-ma-gsassollili-bastava-essere-mite-per-imporsi

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *