Migranti e chiusura dei porti, contrasto alle Ong. Beppe Grillo, il fondatore dei 5 stelle ne parla in un'intervista, con 10 domande/risposte ad America Oggi rilanciata sul suo blog (v.allegato), sottolineando che "senza restare insensibili al dolore umano, la questione dell'immigrazione è epocale… causata, innescata e diretta dalle menti più ciniche che si possano immaginare. Sia noi che la Lega intendiamo impedire questo mercimonio della sofferenza". Ammette che serve "anche una certa rudezza e assunzione di responsabilità. Oggi, le persone che non ne possono più di restare, ad esempio, nella dissanguata Africa perlomeno sanno come la vede l'Europa e quali sono le loro prospettive a fuggire verso l'Unione dei Divisi".  Realismo o cinismo? Le speranze valgono solo per gli italiani? per i nativi di un paese? e quali? M5S nè di destra nè di sinistra come continuano a ripetere?

Il sindacato italiano con i suoi 13 milioni di iscritti iscritti alle tre Confederazioni può ben costruire, in tempi relativamente brevi, un movimento d'opinione, in grado di modificare il cosiddetto "senso comune" che assiete passivo alle tristi vicende sul mare dei migranti.

Non è affato vero che l'Italia sia il paese che ha "dato di più" di qualsiasi altro paese europeo in termini di immigrazione, e poi nel nostro paese ci sono alcune centinaia di paesi, in via di abbandono, che potrebbero ripetere – senza incorrere negli strali del "truce" ministro degli interni – il modello d'integrazione di Riace. In Calabria la Caritas è da tempo mobilitata su questo obiettivo ed ha predisposto progetti in merito.

Se anche il sindacato confederale si da un senso di marcia, la politica anch'essa ritrova un senso su ideali etici di solidarietà e fratellanza universale.

Aprire gli allegati

Allegato:
impedire_lo_spaccio_di_false_speranze_grillo_huffpost.doc
la_democrazia_diretta_vince_bepe_grillo_blog.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *