Cesare Beccaria, vissuto alla metà del ‘700, è stato un giurista e filosofo considerato tra i massimi esponenti dell'Illuminismo milanese; il suo pensiero sulla pena di morte, sulla tortura, sul carcere preventivo, sul carattere della sanzione, sul diritto all’autodifesa è tutt’ora una sorte di stella polare per il vasto capitolo <legge, sicurezza, ordine, giustizia, dignità della persona>. Ha vissuto nel centro dell'allora inesistente “padania leghista", ma il ministro-poliziotto Salvini sembra non conoscerlo.

La cattura e l’estradizione in Italia di Cesare Battisti hanno chiuso -finalmente!- un capitolo costellato da episodi deprecabili e vergognosi sul versante giuridico e politico, più a causa dei paesi che hanno dato copertura al latitante che del nostro paese. La vicenda conclusasi in questi giorni ha consentito al governo di allestire un teatro avvilente e indecoroso di far  politica: travestimenti con felpa della Polizia, dichiarazioni, mini conferenze stampa di due ministri all’aeroporto, filmati postati offensivi dri principi enunciati nella Costituzione e certamente avranno fatto -come si usa ancora dire- rivoltare nella tomba l’illustre giurista milanese.

Alleghiamo alcuni articoli di questi giorni, quelli su Il Foglio e L’Avvenire approfondicono il tema della pena, della vendetta, della dura realtà del carcere spesso in contrasto con la Costituzione, tra questi quello di Adriano Sofri. Pensiamo sia utile anche ripubblicare articoli dell'anno fatidico 2011, quando nonostante il parere favorevole per l’estradizione del Tribunale Federale brasiliano, che rimetteva il giudizio finale al Presidente in carica, Ignazio Lula disse di No.

Il nostro sito pubblicò allora un articolo di Alberto Tridente (v.allegato), amico fraterno del presidente brasiliano, che –dopo aver espresso la più ferma contrarietà sia pubblicamente sia direttamente allo stesso Lula – cercava di individuare quali potessero essere le cause e le ragioni di quell’inaccettabile e imbarazzante pronunciamento di Ignazio Lula. In allegato anche la recente lettera, inviata a La Stampa, del presidente Giorgio Napolitano che nel 2011 ottenne un impegno dall'allora preidente del Brasile Lula, che poi venne disatteso.

C'è giusta soddisfazione per l'incarceramento di Cesare Battisti a Oristano, che certamente aumenterà se seguiranno altri dei latitanti di lunga data (v. allegato). Oppure dovremo restari fermi a questo importante risultato, reso possibile per la gran parte dall'avvento della destra in Brasile? Si ripeterà il filmato già visto per la giusta demolizione (da anni decisa e sempre rinviata) delle villette abusive di Casamonica a Roma? Le ruspe verso l'abusivismo non sono più entrate in azione se non per alcuni casi dell'emarginazione e del degrado! Fatti isolati? Per il grande spettacolo mediatico-politico?  

Chi sono coloro che in passato si sono dichiarati contrari e perchè, o ancora obiettano e perchè, sull'estradizione di Battisti? Il fronte più ampio (intellettuali e politici) è certamente in Francia, ben riassunto dall'articolo di Lanfranco Pace sul il Foglio del 2011 e da Barbara Spinelli su La Repubblica del 2011 (v.allegati); in Italia – oggi – controcorrente si è dichiarato Sansonetti, già direttore di Liberazione e ora del Dubbio, periodico on line degli avvocati. 

Non fare mai "marcire in carcere" nessuno! Per approfondire aprire i 12 allegati e il link www.sindacalmente.org/content/il-caso-battisti-redazione-giustizia-512011

http://www.sindacalmente.org/content/il-caso-battisti-redazione-giustizia-512011

 

 

 

Allegato:
essere_umani_essere_battisti_sofri_foglio.doc
bugie_e_ideologia_intellettuali_francesi_perrault_rep.doc
non_per_vendetta_ma_per_giustizia_paolini_avvenire.doc
battisti_e_la_francia_lignoranza_militante_barbara_spinelli_2011.doc
una_scarcerazone_vergognosa_alberto_tridente_blog_2011.doc
giorgio_napolitano_e_lula_stampa.doc
perche_il_brasile_non_ha_torto_a_diffidare_pace_2011.doc
i_terroristi_latitanti_giovara_rep.doc
battisti_processi_con_solo_pentiti_sansonetti.doc
salvatore_masala_ex_compagno_di_battisti.doc
bonafede_rimuova_quel_video_fq.doc
la_vita_dietro_le_sbarre_avvenire.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *