Addio a Pia Trombetta, personaggio unico dell'aggregazione sociale nel Ciriacese .  E' morta Pia Trombetta, una donna che senza pericolo di smentita è stata una delle esercenti del nostro territorio più amata e benvoluta, e non solo per i suoi manicaretti, soprattutto i panini alla polpa di granchio a qualsiasi ora delle notti brave, quando i ragazzi stremati da danze metropolitane, musica e amore avevano bisogno di qualcosa da buttar giù prima di andare a nanna e rincuorare i genitori dell'evvenuto ritorno.

A Pia Trombetta, napoletana verace nel cibo e nella voce, piaceva questo ruolo di eterna giovane tra i giovani, soprattutto quelli che le solleticavano le corde di una certa visione del mondo, basata su una giustizia sociale che all'epoca (sic!) era egemone di una sinistra forse fallace, ma quantomeno senza ancora crisi di identità.

E infatti Pia Trombetta era il classico esempio del "sociale" che non si arrende, e che diventa parte attiva e consapevole della propria esistenza, dando a stretto giro di posta agli altri e quindi a una vita declinata, qualsiasi lavoro tu faccia, all'idea che ognuno ha il diritto di avere il suo ruolo nel mondo, facendo, però, scelte di campo.

Avendo coraggio, dunque, anche se si fa l'esercente pubblico: non a caso era un'amica di Pasquale Cavaliere, con cui a Ciriè aveva condiviso, tra gli altri, l'impegno nella lotta per il diritto di avere una casa: accampandosi per alcune notti con una tenda nell'atrio del municipio.

Erano i primi anni 90, un decennio in cui davanti alle nefandezze perpetrate all'ambiente e alla collettività c'era ancora chi si incatenava a dei silos pieni di veleni senza passare per eversivo, o peggio, terrorista.

L'impegno politico, l'interesse alla cooperazione, agli ultimi del mondo, dunque, erano tra le passioni più grandi di Pia: l'altra, come è noto, era la cucina, che era, checché ne dicessero i (pochi) detrattori, semplice e genuina… come lei.

Ciao Pia    gennaio 30, 2014  articolo di  Antonello Micali su Il Risveglio

http://www.ilrisveglio-online.it/cronaca-nera/2014/01/30/addio-pia-trombetta-personaggio-unico-dellaggregazione-sociale-nel-ciriacese

Questa è la Pia che è stata conosciuta dai ciriacesi ma prima c'è stata una Pia che negli anni '70 è stata operaia e poi funzionaria sindacale per i Tessili della Cisl Torinese; attenta alle donne e presente nell'allora Intercategoriale Donne Cgil-Cisl-Uil, costruendo da sola e autodidatta un sapere politico e sindacale che le è stato utile negli anni a  venire. Sempre con gli ultimi, verissimo, e senza se e senza ma, anche con quelle asprezze che l'hanno fatta unica e non sempre compresa nemmeno nel sindacato. Forse solo con il compianto Pasquale Cavaliere (e pochi altri) ha trovato l'amico sodale che l'ha aiutata nei momenti difficili e a cui lei è stata legata nel ricordo tanto da dedicargli il nome della nuova cooperativa con la quale gestiva La Locanda del Parco: ''Il sogno del Cavaliere''.

La sua cucina semplice l'ha portata avanti anche a Torino, prima nel ristorante de La Cascina Roccafranca nella Circoscrizione 2 e poi in quello de La Casa nel Parco assieme alla Fondazione Mirafiori nella Circoscrizione 10.

Mancheranno la sua risata, il suo grembiulone spadellato con il quale ti accoglieva in cucina, le sue lotte ancora recenti per l'accoglienza alle famiglie rom accampate nel Parco Colonnetti. Fino all'ultimo con idee e ideali mai cambiati negli anni, una coerenza che dovrebbe essere esempio e monito per quelli della sua generazione che il grembiule della politica l'han tenuto immacolato saltando qua e là nei partiti a garanzia di posizioni. Alcune donne non sono sostituibili.

tinafronte

apri anche il link sottostante  l'ultimo viaggio di Pia

http://www.ilrisveglio-online.it/cronaca-nera/2014/02/02/il-ritorno-ciri%C3%A8-lultimo-viaggio-di-pia

6 Foto  di Pia Trombetta cuoca della Locanda del Parco,  attiva il link

http://www.lastampa.it/2011/10/25/multimedia/cronaca/pia-la-chef-con-il-cuore-in-via-artom-fTG41n0sf11p8D506zgMwJ/pagina.html

Allegati – La notizia su la pagina Quartieri de La Stampa del 31-1-14

               – Il ricordo di Pia Trombetta da parte di Adriano Serafino nel giorno del tumulo delle ceneri al cimitero di Cirie il 4 febbraio 2014.

 

 

Allegato:
pia_la_locanda_del_parco.pdf
pia_trombetta-_ricordo_di_adriano_serafino-cirie_4-2-14.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *