Il modello coreano ha rallentato e controllato il coronavirus, spegnendo i focolai e i tanti “cerini” inconsapevoli viaggianti.

La Corea del Sud affronta la crisi pandemica con una strategia diversa da quella utilizzata in altri paesi. Non prevede la chiusura generalizzata delle attività del paese, conta molto sulla tecnologia per risalire agli spostamenti di persone soggette a possibili contagi o essere diffusori, del tutto inconsapevoli, di contagio come lo sono la gran parte degli asintomatici. I controlli sono eseguiti in centri dislocati su tutto il territorio nazionale oppure sono effettuati a campione lungo le principali strade del paese. Isolare e mettere in quarantena i focolai e coloro che, inconsapevoli, si muovono come un cerino acceso, come sono gli asintomatici, i contagiati senza sintomi.

Se una persona risulta infetta, se ne ricostruiscono gli spostamenti e le interazioni sociali nei giorni precedenti la diagnosi, utilizzando la tecnologia digitale attraverso il controllo delle celle di aggancio dei cellulari e/o dei movimenti della carta di credito.

La strategia del governo sudcoreano ha seguito tre linee d’azione:

1 – l’utilizzo massiccio dei tamponi, per conoscere il numero di infetti e poi ricostruire i contatti avuti dalla persona contagiata nei giorni precedenti la diagnosi;

2 – l’uso della tecnologia, per consentire a quanti possono essere entrati in contatto con gli infetti di venire a conoscenza del rischio e spingerli a eseguire il test;

3 – l’organizzazione di un sistema ospedaliero che prende in cura tutti i contagiati, asintomatici e non, e li tratta con modalità diverse a seconda della gravità del caso.

Il modello sudcoreano è descritto da Gae Eun Kwon e Luigi Scorca nell’articolo allegato, ed è pubblicato sul sito www.lavoce.it

La tutela della salute di tutti i cittadini si antepone come valore primario a quello pur importante della privacy del singolo relativo al controllo degli spostamenti del singolo cittadino in sospetto di contagio.

Come la pensate?

Per inviare un tuo gradito commento utilizza il tasto SCRIVI LA TUA nella barra verde sotto la testata, è semplice da usare: compili la scheda di registrazione, scrivi il commento e invii. La redazione provvederà alla visualizzazione.