Fabio Galimberti traduce, La Repubblica, l’articolo Se la cultura nasconde il male dello scrittore cinese Ai Weiwei pubblicato sul NYT. Esamina punti come: l’Occidente offre capitali e tecnologie mentre i governanti cinesi mettono a disposizione la forza lavoro, malpagata e senza tutele; come i signori dell’economia sfruttano le differenze tra popoli per giustificare i propri crimini. E a rischiare è la democrazia; Oggi la parola nazismo è un tabù ma siamo sicuri che il capitalismo predatorio non sia la stessa cosa? Ai Weiwei così conclude. (..)

So bene che la parola “nazista” è tabù in Germania, ma quando l’ho usata con l’impiegato del casinò non la intendevo come termine spregiativo, ma come un termine analitico generale: una cultura asserisce la sua superiorità, un’etnia la sua purezza e l’orda sottostante è non soltanto differente, ma inferiore, dev’essere guidata e se necessario governata con la forza. E dunque la schiavitù è giustificata.

Negli anni 30 e 40 questo era chiamato nazismo. Oggi, in Germania, il tabù che circonda questo termine molto forte, molto più forte del rifiuto di Ah Q di sentire la parola “scabbia”.

L’ipersensibilità dei tedeschi di fronte alla parola “nazista” non potrebbe nascere dal fatto che dentro di loro sanno che l’idea è ancora viva? La grande sfida che hanno di fronte il governo tedesco e gli altri governi occidentali è trovare un modo per uscire da questa orgia del profitto con la loro integrità morale intatta.

Finora, a questo riguardo, abbiamo visto quasi soltanto una timidezza vile. Il nodo della questione non è l’ignoranza delle alternative morali, ma un difetto di volontà.

Per seguire l’avidità? Fare quello che giusto? Noi scegliamo timidamente la prima cosa. Quando i governi occidentali si renderanno conto che è in ballo la sopravvivenza della democrazia liberale, la bilancia potrebbe pendere dall’altro lato.   Per più informazione aprire l’allegato

Altri articoli correlati

  • La Cina è una minaccia ai diritti umani_Human Rights Watch_ Stefanini_linkiesta
  • La Cina non è il Male_Petrone_La Stampa

Allegato:
se_la_cultura_nasconde_il_male_ai_weiwei_rep.doc
la_cina_e_una_minaccia_ai_diritti_umani_linkiesta.doc
la_cina_non_e_il_male_petrone_stampa.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *