Abbiamo operato un taglia-incolla, da Il Sole 24 Ore del 7 aprile, per comporre sei utili schede: due sui licenziamenti individuali, le altre quattro su altri 20 temi regolamentati dal Disegno di Legge sul mercato del lavoro. Da un'attenta lettura di questo materiale si potrà riscontrare da un lato la professionalità e l'attendibilità nel descrivere con invidiabile sintesi i singoli capitoli, dall'altro il "pregiudizio" che – a volte – è ben radicato nel commento a proposito dell'efficienza per l'impresa ( se aumenta o diminusce)  che compare in coda ad ogni singolo punto. Ad esempio, nel capitolo "Tre paletti contro gli abusi Iva" si descrive il merito del ddl che  "aumenta la stretta sull'uso illegittimo delle partite Iva.." e poi si commenta che l'efficienza per l'impresa diminuisce (scheda_1). Stesso "pregiudizio" a diiscapito dell'efficienza per l'azienda, è utilizzato ogni qualvolta il provvedimento prevede un aumento di costo a favore del lavoratore ( salario o contributi). Le quattro schede contengono un campionario su come il quotidiano della Confindustria equipari la flessibilità alla precarietà. Al di là dei diversi appelli sulla buona e cattiva flessibilità sottoscritti in proprio o con le parti sociali. Con un metro simile di valutazione si comprende meglio perchè le Aziende frenino sempre più nell'assumere ingegneri e personale qualificato, quindi non pensino ad innovare modelli e prodotti ( valore aggiunto e qualità) continuando nel rosario del costo del lavoro. In altro articolo abbiamo selezionato alcuni dei principali commenti al Ddl apparsi sui media in questi giorni.

Consigliamo un'attenta lettura delle sei schede allegate e dell'articolo di Aldo Bonomi sulle partite Iva

 

Allegato:
licenziamenti_disciplinari_ddl_7-4-12.pdf
licenziamenti_economici_ddl_7-4-12.pdf
scheda_1_il_sole.pdf
scheda_2_il_sole.pdf
scheda_3_il_sole.pdf
scheda_4_il_sole.pdf
partite_iva_a_rischio_boomerang_bonomi.pdf

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *