Primarie a Torino. Sotto la Mole le scelta delle candidature per l’aera del centro-sinistra da sottoporre al voto del 29 e 30 dicembre hanno sollevato parecchi contrasti e polemiche. Le ritroviamo nella cronaca cittadina de La Repubblica e La Stampa di questi giorni. Ne segnaliamo due di segno opposto: un’esclusione ( Sandro Palano, nel Pd) dal vaglio delle primarie ed un’inclusione ( Giorgio Airaudo, in Sel) saltando le primarie, ovvero inclusione nel listino blindato per decisione dei vertici nazionali.

Sulla prima c’è stato un ricorso di Sandro Plano ( aveva superato il quorum delle 400 firme ma lcune di esse sono state contestate)  che non ha avuto esito positivo ( vedi allegato).

Sulla seconda  è il Segretario Generale della Fim-Cisl di Torino, Claudio Chiarle a ricordare al responsabile Fiom-Cgil dell’Auto nazionale di derogare dai suoi imperativi di sottoporsi sempre al voto dei lavoratori. E lo sfida ad un confronto Fim-Fiom ( vedi allegato comunicato Fim Torino).

 

Allegato:
dalla_cronaca_il_fatto_quotidiano.doc
airaudosel_comunicato_fim_to_22-12-12.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *