IL FUTURO DEL MONDO – Perché, ora più che mai, è necessaria una solidarietà sindacale internazionale. Un mondo in crisi ha bisogno di affermare una via per un futuro migliore. I sindacati possono offrire questa via. Fulvio Perini ha tradotto (v.allegato)  l’articolo della rivista del sindacato internazionale dei lavoratori dell’industria, IndustriAll[1]. Questa la premessa. Mentre il sindacalismo nostrano è impegnato a conquistarsi dei posti a tavola, si è aperta una riflessione internazionale sul futuro del lavoro. A poco più di un mese della Conferenza dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro dedicata al suo centenario e che ha approvato un deludente documento sul futuro del lavoro nel XXI secolo[2], è stato pubblicato dalla Confederazione sindacale internazionale il rapporto annuale sui “Diritti globali” dei lavoratori che mette in luce le crescenti violazioni dei diritti, delle condizioni e della dignità degli esseri umani che cercano di vivere con il proprio lavoro[3]; anche il presidente del sindacato statunitense AFL-CIO ritiene che sia necessaria una dimensione globale per l’azione di contrasto alle diseguaglianze e per difendere la democrazia; nel nostro miserevole piccolo cominciamo a sperimentare i decreti sicurezza del governo M5S-Lega quando il rappresentante del governo Putin in Italia chiede al ministro dell’interno di bloccare le lotte sindacali alla Lukoil di Priolo, l’ordine viene trasmesso all’autorità competente ed il Prefetto decide di interdire al sindacato ed ai lavoratori in lotta di presenziare davanti alla fabbrica.

La sollecitazione di Luciano Gallino di studiare ed agire consapevoli di fare parte di una “società mondo” è ormai dimenticata e con questa, inevitabilmente, la possibilità di riaffermare una rinnovata cultura del lavoro. Altri si stanno interrogando e come è evidente dalla lettura di questo articolo la sfida è molto impegnativa e l’elaborazione dovrà fare ancora molti passi, ma la strada è quella giusta.

L’articolo è suddiviso nei seguenti capitoli:

  • Molte crisi si accumulano contemporaneamente
  • La politica della disperazione
  • Una politica di speranza: il cammino del sindacato verso un mondo più giusto
  • Organizzarci lungo le catene della subfornitura
  • Un modello di solidarietà
  • Difendere e ricostruire le istituzioni
  • Strumenti globali vincolanti
  • Se non lo facciamo noi, allora chi?

Traduzione e nota introduttiva a cura di Fulvio Perini

 

Allegato:
futuro_lavoro_nel_mondo_industriall_trad_perini.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *