Trenta e più anni fa ai cancelli di Mirafiori si concluse la lunga lotta dei 35 giorni e la Federazione Lavoratori Metalmeccanci (FLM) – costruita come rappresentanza dei Consigli di Fabbrica e dei sindacati territoriali – subì una sconfitta strategica tanto pesante che ne determinò il progressivo declino, prima con la paralisi ed il superamento dei Consigli di fabbrica e del relativo modello elettorale, poi la crisi dell’unità d’azione e lo scioglimento formale della stessa FLM.

Liberato Norcia, a quei tempi, era un delegato della Fim-Cisl delle Carrozzerie Mirafiori e tra i più influenti leader che intervenivano nel Consiglione di Mirafiori. Divenne una figura nota a livello nazionale per la domanda che pose ad Enrico Berlinguer davanti ai cancelli presidiati nella lotta sindacale dei 35 giorni dell’autunno 1980. Negli anni 80 Liberato Norcia  scrisse il libro “ Io garantito. Frammenti di vita e pensieri di un operaio Fiat”, pubblicato da Edizione Lavoro della Cisl per iniziativa della Fim Nazionale che era interessata a documentare chi fossero e cosa avvenne a Mirafiori in quegli anni. Un libro che fece molto discutere. Liberato raccontò anche quanto accadde, in pochi episodi, quando la “rabbia operaia” frantumava quelle regole di comportamento che i delegati indicavano ai lavoratori in occasione di scioperi e cortei interni.

 

In questi mesi Liberato Norcia ha scritto un nuovo libro dal titolo “Quello che ho chiesto trent’anni fa all’onorevole Enrico Berlinguer e quello che chiederei oggi all’ingegnere Sergio Marchionne”.

 

Sarà presentato Venerdì 9 dicembre alle ore 17 presso l’Istituto Parelli, in Via La Salle 17 a Torino. Interverranno, oltre all’autore, Vittorio Rieser, Diego Giacchetti, Adriano Serafino, Giampiero Carpo, Lina Amato, Luciano Pregnolato, Toni Ferigo.

 

In allegato – Invito di partecipazione

Allegato:
Invito presentazione libro di L Norica.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *