Il sindacato confederale cambi rito, l’occasione è ora. Raffaele Morese, su Nuovi-lavori, scrive. Dieci anni fa, il sindacato confederale era sistematicamente diviso; più o meno come ora. CISL e UIL facevano accordi con il Governo in carica, la CGIL no. In molti rinnovi contrattuali si ripeteva lo spartito. C’erano già i segnali della grande crisi che avrebbe attraversato il mondo occidentale in maniera devastante. Ricorderemo come un incubo il lungo e pesante elenco di posti di lavoro persi e che, ancora ora, molti Stati, compreso il nostro, non hanno recuperato. Il ripiegamento difensivistico del sindacato confederale italiano era nelle cose; ma ha fatto di più. Si è diviso sostanzialmente su come amministrarlo, non tanto sul caso per caso, quanto sulle valutazioni a riguardo dell’intervento dello Stato. Non solo le tre confederazioni si abituarono a questo andazzo, ma anche l’opinione pubblica se ne fece una ragione e finanche i lavoratori, spesso, sono stati messi nelle condizioni di non  comprendere fino in fondo il senso della divisione. (…) Conclude così. Ora, la palla è in mano al sindacato confederale A marciare divisi, al meglio si sopravvive. Ma non basta più neanche marciare divisi per colpire uniti. E’ un gradualismo che non fa i conti con la realtà. Ci vuole una forte volontà di marciare uniti, costruendo un lessico comune, un rivendicazionismo comune e una rappresentanza comune non solo sul lavoro che non c’è, ma soprattutto sulla trasformazione del lavoro che c’è e sul lavoro del futuro che si incomincia a vedere. Illusione? Attendiamo fiduciosiVedi allegato per l’editoriale completo

La newsletter n.206 di Nuovi-Lavori del 5-12-17 (allegata) pubblica i seguenti articoli

  • Il sindacato confederale cambi rito, l’occasione e’ ora di Raffaele Morese Leggi tutto
  • Il mondo 4.0 rende tutto e tutti obsoleti in poco tempo di Angelo Deiana Leggi tutto
  • Lettera aperta a chi vuole dialogare  di Piero Ragazzini  Leggi tutto
  • Servono i ricostruttori non i rottama tori di Agostino Megale Leggi tutto
  • Se la frattura e' tattica, l'intesa si trova, se è strategica… di Guglielmo Loy Leggi tutto
  • E’ la politica economica non condivisa che ci divide  di Guglielmo Epifani Leggi tutto 
  • Far prevalere un solido spirito riformistico di  Cesare Damiano Leggi tutto
  • E chi l’ha detto che dividersi non e’ utile? di Giovanni Principe Leggi tutto
  • Tutto comincia dalle parole di Luigi Covatta Leggi tutto 
  • Se rinasce il partito del lavoro di Roberto Mania Leggi tutto

http://www.nuovi-lavori.it/

Allegato:
il_sindacato_confederale_cambi_rito_morese.doc
news_letter_n_206_5-12-17.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *