Il costo del gioco d'azzardo, come far inceppare il profitto dell’azzardo, sono grandi problemi della società italiana, poco indagati e ancora meno contrastati. Manca una strategia dello Stato per uscire da un giro dell’azzardo diffuso e vizioso che devasta vite umane, incentiva usura, attività a delinquere spicciole e mobilità l’interesse delle mafie e dintorni. Tra i soggetti che conducono da tempo una battaglia contro il gioco d’azzardo si distingue il giornale on line www.cittanuova.it  del Movimento dei Focolarini.

L’Italia, pochi lo sanno, è il primo consumatore del gioco d’azzardo: oltre 100 miliardi di euro di raccolta ogni anno: da Gratta e vinci, slot machine, Totocalcio, lotterie a cui si sommano i proventi del gioco illegale. Un business il cui lato oscuro è la dipendenza patologica di circa un milione di persone e la rovina di migliaia di famiglie.

Carlo Cefaloni, è redattore di Cittanuova.it, e tra i coordinatori del progetto Slotmob, ha curato il libro “Vite in gioco. Oltre la slot economia” (Città Nuova, 2014) che getta luce sul fenomeno del gioco d’azzardo in Italia.

Per sapere più cose sul gioco d’azzardo e sulla campagna in corso per contrastarlo vi invitiamo a leggere i due articoli allegati di Carlo Cefaloni .

Il primo è l’intervista del 2014 di Chiara Santomiero a Carlo Ciafaloni sul pechè del suo libro.

Il secondo è l’intervista di Carlo Cefaloni ( maggio 2015) a Marco Dotti su come si può contrastare e fare inceppare la macchina del gioco d’azzardo, su come lo Stato debba trovare una strategia d’uscita da sistema dell’azzardo diffuso, su quanto è stato fatto in altri stati europei.

 

Allegato:
il_costo_del_gioco_dazzardo_citta_nuova.doc
come_far_inceppare_lazzardo_intervista_ciafaloni-dotti.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *