Orban e Kaczynski si preparano a dare un colpo, forse definitivo, all’Europa dell’integrazione, delle decisioni condivise, delle responsabilità che passano, piano piano, dai governi nazionali al governo dell’Unione. Al vertice di Bratislava che inizia venerdì 16 settembre, Ungheria e Polonia sotto la guida dei loro leader – entrambi ultraconservatori, nazionalisti e populisti – sono pronte a sfidare la Germania e gli altri Stati membri arrivando a chiedere la modifica dei Trattati comunitari. A cominciare dai migranti, per poi allargare la verifica ad altre questioni, non secondarie che potrebbero riguardare la separazione dei poteri, l’indipendenza dei media, i diritti e le libertà dei cittadini. (….) per proseguire la lettura dell'articolo pubblicato su Il Sole aprire l'allegato.

Per saperne di più sulla Ue attivare i sottostanti link di articoli de Il Sole 24 Ore

LO STATO DELL’UNIONE  

 

Allegato:
migranti_ungheria_e_polonia_vertice_bratislava.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *