La newsletter di www.nuovi-lavori.it n.284 del 12 OTTOBRE 2021 è dedicata totalmente al salario minimo per il quale da anni si assiste ad un dibattito “carsico”, ovvvero appare sulla scena come un problema urgente e primario per poi scomparire e nuovamente riapparire a seconda del tatticismo elettoralistico dei partiti o al gioco di rimessa dei sindacati. Riproduciamo la homepage con titoli, autori e link


 Al malpagato serve sindacato e contrattazione  di Raffaele Morese

Il fascino del “salario minimo” per legge è ad effetto intermittente. Quando l’indignazione per l’aumento dei lavoratori che guadagnano poco e sono meno tutelati cresce, all’opinione pubblica si offrono queste due parole magiche.  Leggi tutto 


Il sindacato italiano se la cava nella sfida del cambiamento di Paolo Feltrin

1. Le associazioni – partiti, sindacati, gruppi, etc.- sono animali strani: a volte invecchiano malamente finendo per lasciare il posto ad altre istituzioni collettive, altre volte al contrario dimostrano una straordinaria vitalità anche oltre la loro epoca e la loro missione originaria. Leggi tutto


E’ lunga la storia del salario minimo legale di Guglielmo Meardi

71 anni dopo la Francia, 22 anni dopo la Gran Bretagna, 6 anni dopo la Germania, l’ora del salario minimo sembra arrivare anche in Italia. E’ dal 2018 nei programmi di governo, e risuona sempre più anche a livello internazionale: l’Unione Europea prepara una direttiva, negli USA si sono moltiplicate le campagne locali per salari minimi e Joe Biden ha firmato un ordine esecutivo per un salario minimo di 15$ nel settore pubblico. Leggi tutto


Col Tfr la tariffa oraria è già a 9 euro di CGIA Mestre

Salario minimo per legge a 9 euro lordi all’ora? Non serve, c’è già. Lo sostiene l’ufficio studi della Cgia di Mestre affermando che se conteggiamo anche la liquidazione, istituto che tra i grandi Paesi d’Europa è presente solo in Italia, nei Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro sottoscritti dalle principali associazioni datoriali e sindacali, la retribuzione oraria è già oggi superiore ai 9 euro lordi. Leggi tutto


Nessun svuotamento dei contratti nazionali di Stefano Micossi

Quasi in sordina sta avanzando nell’agenda di governo l’ipotesi di un salario minimo. Sindacati e Confindustria non lo vogliono perché ne temono l’effetto di parziale svuotamento dei contratti nazionali (settoriali), che ancora costituiscono il perno del sistema di negoziazione salariale. Leggi tutto 


Serve trasparenza nella struttura delle retribuzioni di Pietro Ichino

Il vero problema degli stipendi in Italia sono le varie forme di retribuzione differita che rendono la struttura delle retribuzioni “imbarocchita”.
In Gran Bretagna, se il salario minimo orario per una persona adulta è fissato a 8 sterline, e un’azienda paga un dipendente 7 sterline, tutti sanno immediatamente che quell’azienda sta violando la leggeLeggi tutto 


Sempre più’ lavoratori guadagnano sempre meno di Giuseppe Colombo

Si chiama lavoro a scacchi. E non ha nulla a che fare con pedoni e alfieri. Funziona così: un ristoratore assume un cameriere per lavorare 20 ore a settimana. Contratto part-time regolare, retribuzione altrettanto regolare. Leggi tutto 


Stipendi da fame, ma il Governo dice No al salario minimo di Enrico Mingori

Lo scorso 24 giugno il presidente degli Stati Uniti Joe Biden stava tenendo una conferenza stampa alla Casa Bianca sulla situazione economica americana. “Mi dicono che gli imprenditori si lamentano perché non trovano lavoratori da assumere”, ha riferito. Leggi tutto

   Home page Newsletter NL

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *