Riprendiamo l’articolo pubblicato su www.il9marzo.it a commento della puntata di Report di Lunedì 7 Giugno e della diffida inviata dagli avvocati Cisl .

Non era ancora andato in onda il terzo servizio di Claudia Di Pasquale (“Il minimo sindacale”) che la Cisl di Milano aveva già pubblicato, in bella evidenza sul proprio sito, una diffida inviata dagli avvocati alla redazione di Report. Una diffida, peraltro, non nell’interesse dell’organizzazione, ma di un suo ex dirigente. Il che ci sembra quanto meno irrituale.

Ad ogni modo, invitiamo tutti a prenderne visione a questo link, perché è sempre giusto sentire anche l’altra campana. Ma poi torniamo a porre alla Cisl la stessa domanda: è possibile che nessuno sia in grado di dare alcuna spiegazione sulle questioni sollevate? È possibile che di fronte ad un servizio giornalistico che, con elementi di fatto e documenti inoppugnabili, avanza seri dubbi sulla linearità di un’operazione di cessione immobiliare, non ci sia altra risposta che la minaccia preventiva dell’azione legale? Possibile che non si senta la necessità, di fronte alle parole di un esperto di contrasto al riciclaggio che parla di bilanci incomprensibili e transazioni anomale, di rispondere nel merito anziché far scrivere gli avvocati?

Per chi non avesse visto il servizio (ma può recuperarlo a questo link) ricordiamo che l’argomento è la vecchia sede della Fisascat in via Benedetto Marcello a Milano, tre piani di un palazzo di quattro in una zona centrale, venduta a condizioni molto favorevoli per l’acquirente, sia per la cifra che per le modalità di pagamento, senza che ne sia venuto alcun vantaggio per le casse dell’associazione. E senza che sia chiaro dove questi soldi sono effettivamente finiti.

Perché qui ormai siamo oltre la stessa denuncia di Fausto Scandola, e oltre anche la polemica sul regolamento indicativo o meno, o la maggiorazione indebita del 18 per cento sui contributi o le indennità di alloggio come aumento surrettizio della retribuzione. Perché in quei casi almeno si sapeva chi erano i beneficiaro.

Questa volta, invece, tutto è molto, molto oscuro.

Con questo link https://www.il9marzo.it/?p=8295 potete leggere i commenti all’articolo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *