Se il cielo e la terra cambiano posto e nessuno se ne accorge. Questo l'inedito lungo e volutamente esagerato titolo dell'editoriale de Il Sole di domenica 16 febbraio. Scrive Guido Rossi « A tre mesi dalle elezioni europee che potrebbero dare una svolta decisiva all'errata politica di austerità che ha provocato recrudescenza della crisi economica, aumento di diseguaglianze, disoccupazione e povertà, la Commissione Europea degli Affari Sociali del Parlamento Europeo ha bocciato le azioni della troika». Il documento approvato a larga maggioranza passerà al voto del Parlamento Europeo a Marzo. Guido Rossi è stupito che un fatto così rilevante non sia posto in primo piano, anzi. Nel suo articolo segnala anche le preoccupanti forze centrifughe che minacciano il possibile sviluppo dell'Unione Europea: il risultato del referendum svizzero, il prossimo dell'autunno per la costituzione della Scozia in stato sovrano fuori dal Regno Unito, il popolo francese che si orienta, per un terzo, su Marine Le Pen. In Italia la caratterizzazione anti europea della lega ed in parte del M5S. E poi tanto scettiscismo verso la politica.

Alleghiamo i testo dell'editoriale di Guido Rossi e l'articolo di Luciano Gallino che esamina quali siano i trattati da modificare per fare cambiare passo all'Europa.

 

  • Se la terra e il cielo cambiano posto e nessuno se ne accorge_ G.Rossi 13-2-14  Il Sole
  • Elezioni europee ed i trattati da rifare_L.Gallino su La Repubblica 13-2-2014

Allegato:
se_il_cielo_e_la_terra_rossi_16-2-14.pdf
elezioni_e_trattati_da_rifare_gallino.pdf

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *