Un bel momento di sindacato e di amicizia, così titola la redazione del sito il9marzo.it il commento pubblicato dopo poche ore la conclusione del dibattito alla libreria Ubik di Savona. Questo il testo. Savona non ha deluso le attese: la presentazione del libro “Prender parola. Il metodo Scandola”, presso la libreria Ubik è stato un bel momento, con una partecipazione attenta e un clima di amicizia crescente fra quanti riconoscono nella battaglia di Fausto qualcosa il cui significato va al di là del solo aspetto delle retribuzioni dei sindacalisti.

Parlare della sua vicenda, continuare a raccontarla, diventa lo spunto per tornare alle radici dell’impegno personale e dell’azione collettiva. Si tratta, come è stato detto, di “onorare la nostra tessera”, di non lasciare che il valore dell’adesione alla Cisl finisca per affogare dentro a logiche di tipo aziendalistico e/o burocratico, che si fanno strada quando, invece di essere rappresentanti pro tempore di chi ti ha legittimato col suo voto, si diventa dipendenti che devono essere graditi a chi sta in alto per fare carriera, o almeno conservare il posto (non a caso una delle sottolineature emerse è quella che molti iscritti non vengono neppure invitati a partecipare ai congressi di base; per chi deve evitare rogne la democrazia è sempre un rischio).

Un momento sindacalmente forte e fortemente amicale, impreziosito dalla presenza al tavolo, come presidente, di Giovanni Burzio, uno che c’era già ai tempi della Libera Cgil e che con la sua conduzione dei lavori ha rappresentato un importante collegamento fra le origini della Cisl, la vicenda di Fausto e l’amicizia che sta crescendo fra quanti non accetteranno mai che se ne perda la memoria.    In allegato vedi foto Biblioteca Ubik

Il primo commento – Anonimo 6 ottobre 2017 at 15:00 · Edit

Nel leggere il breve ma efficace e chiaro resoconto dell’evento, per la prima volta dopo diversi anni ho assaporato una ventata di aria vecchia e nuova allo stesso tempo vecchia perchè leggere delle parole e sentimenti che l’incontro ha risvegliato mi ha ricordato che un tempo questo era semplice normalità; Poi però è arrivato anche nella cisl la malapianta del centralismo democratico i cui risultati hanno ridotto la CISL nelle condizioni che sappiano ecco che sentire che quel clima anche se ridotto all’osso esiste e vive ancora in tanti di noi non può farmi che piacere e mi auguro di vederlo presto ricrescere rigoglioso sui vecchi valori che fecero grande la cisl.

http://www.il9marzo.it/?p=10069

*******************************************************************************************************

SI RIPARTE DA SAVONA prender parola – contro e per modificare la democrazia autoritaria –

Dopo le tappe a Verona, Torino, Ivrea e Potenza, è Savona la città da cui riparte il giro delle presentazioni del libro “Prender parola. Il metodo Scandola”. L’appuntamento è per Giovedì 5 ottobre, alle 18 in C.so Italia 161r, presso la libreria Ubik di Savona; che non è soltanto una libreria, ma è un luogo che si è conquistato uno spazio in città come punto di ritrovo culturale e di dibattito. (clicca per aprire link). L’incontro è promosso congiuntamente da www.ilk9marzo.it e www.sindacalmente.org che, oltre a mantenere vivo il significato della coraggiosa battaglia di Scandola,  hanno in programma iniziative per riflettere sulla democrazia rappresentativa e la sua attuale lontananza da chi dovrebbe non solo rappresentare ma far partecipare con responsabilità alle scelte.

Da tempo la gran parte dei partiti, dei movimenti e dei sindacati non hanno più “sensori ” per captare e percepire il valore insito nella critica, che non poche volte contiene già contenuti propositivi. Anzi succede sempre più che quando questi segnali critici diventa visibili pubblicamente, scattano meccanismi repressivi, spesso messi in opera violando norme o inventandone su due piedi delle nuove. Per fare velocemtente "pulizia".

La libertà, cantava Giorgio Gaber, è partecipazione, la partecipazione privata del senso critico è come la pasta senza lievito. Può piacere? A noi no!

Vogliamo approfondire il nesso che esiste  tra i contenuti di “Prendere la parola, il metodo Scandola” e la necessità di aggiornare i canali e metodi della democrazia rappresentativa, anche con un mix con le nuove tecnologie.

Partecipate alle nostre iniziative e per l’incontro di Giovedì 5 a Savona, trovate un po’ di tempo per approfondire aprendo gli allegati e attivando i sottostanti link.

  • Ricordiamo un clic anche per  l’intervento dell’avvocato Lorenzo Cantone, che ha rappresentato Fausto nelle sue iniziative giudiziarie, e illustra quante norme di Statuto e Regolamento Cisl, oltre che della Costituzione, siano state violate nel percorso per l’espulsione di Scandola,

  • Il professor Eugenio Galasso, di Bolzano, ci ha fatto arrivare una sua recensione del libro “Prender parola” che alleghiamo.

  • Infine in allegato la locandina e l’invito per l’incontro del 5 ottobre alla libreria Ubik

Allegato:
una_recensione_galasso.doc
invito_presentazione_libro_savona_5-10-17.pdf
locandina_5-10_-17.doc
biblioteca_ubik_foto.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *