Sono cinque le ragioni che spiegano il contenimento della pandemia

Thomas SCHNEE su Alternatives Economiques di Maggio racconta il perché la Germania sta andando meglio di altri paesi nelle risposte date alla pandemia.

1- Reazione più veloce – Per il microbiologo di Berlino Olfert Landt, capo di TIB Molbiol, una delle principali PMI tedesche che producono test di screening virale, la ragione del tasso di mortalità relativamente basso della Germania per coronavirus è senza dubbio una reazione all’inizio del paese a favore di una massiccia politica di screening: “Stiamo testando molto e abbiamo iniziato molto presto. Abbiamo ricevuto un segnale di avvertimento con la contaminazione di una dozzina di persone presso la società Webasto in Baviera a gennaio. I laboratori tedeschi hanno quindi ordinato abbastanza presto. Sono stati in grado di suggerire rapidamente test “(…)

2- Campagne di test in costante aumento – La scelta di uno screening più massiccio è stata resa possibile grazie alla presenza di un solido tessuto industriale nel campo delle “scienze della vita” e degli strumenti medici. (…) Chiunque abbia sintomi simil-influenzali e che sia stato in probabile contatto con una persona positiva, o che abbia comorbilità o che lavori in un settore ad alto rischio, viene quindi automaticamente testato. La Germania ha effettuato 467.137 test (5,4% positivi) la scorsa settimana, con una capacità settimanale di 860.000  (…)

3- Primo in classe per capacità ospedaliera – La Germania, 83 mil di abitanti, ha scelto di testare l’insorgenza di numerosi sintomi, anche in forma lieve, quindi di isolare e / o ricoverare in ospedale. Con circa 1.400 ospedali, 450.000 posti letto, di cui 20.000 per pre-intensiva e ben 28.000 per la terapia intensiva (…)

Germania – famiglia a passeggio

4- Più vecchio e tuttavia meno morti – La Germania è più colpita dall’invecchiamento demografico rispetto ai suoi vicini. Alla fine del 2018, l’età media dei tedeschi era di 44,4 anni (rispetto ai 42 anni in Francia). Essendo il Coronavirus molto più letale per gli anziani, si sarebbe pensato che la curva di mortalità tedesca collegata a Covid-19 sarebbe stata interessata. Tuttavia, sebbene non vi siano statistiche nazionali affidabili sulla questione dei decessi nelle case di cura, quest’ultima sembra essere stata piuttosto risparmiata almeno fino all’inizio di aprile. (…)

5 – Federalismo democratico e gestione delle crisi – Infine, lo stato federale tedesco ha dimostrato di essere in grado di gestire questa crisi complessa e senza precedenti in modo abbastanza coerente e con una comunicazione chiara. Il che, data la struttura politica del paese e il gran numero di livelli decisionali, non sembra essere scontato. In effetti, tutte le aree interessate dalla lotta contro la pandemia si intersecano con poteri condivisi tra i sedici Länder e lo stato federale. Quest’ultimo sviluppa misure legali per la prevenzione e la risposta a malattie pericolose per la salute pubblica, attraverso la legge federale per la protezione dalle infezioni. Tuttavia, l’attuazione è di competenza degli Stati e delle autorità locali. (…) Infine, ogni due settimane si tiene un incontro tra i rappresentanti del governo federale e quelli dei Länder. È qui che vengono prese le grandi decisioni. Certamente, e in particolare sulla questione del deconfinamento (rimozione dei divieti, riaperture), il processo decisionale di diciassette attori principali porta a vivaci contesti politici. Tuttavia, questi non hanno rallentato il processo decisionale. (…)

PER SAPERNE DI PIU’ APRIRE L’ALLEGATO

1 commento
  1. Aldo Romagnolli
    Aldo Romagnolli dice:

    Dalle cose sin qui dette decisivi sono stati il gran numero di controlli e il ruolo decisivo degli ospedali .
    Oltre ovviamente alle altre misure come distanziamento e igienico sanitario.
    Da noi ci vorranno anni storici per capire .

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *