Il governatore di Bankitalia Visco ha indicato la ricetta per il nostro paese:lavorare di più, più intensamente, più a lungo. Senza indicare i destinatari questo messaggio diventa ambiguo e reazionario. O no? Ad esempio per il mondo delle donne. Eppure l'alto burocrate ha lanciato quel messaggio proprio alla vigilia dell'otto  marzo, ricorrenza mondiale delle donne. Alleghiamo alcuni articoli di contenuto molto diverso per ricordare la condizione della donna nel nostro paese.

  • La ricerca "I valori degli italiani" realizzata per le celebrazioni dei 150 anni documenta che : le donne nel nostro paese lavorano e trovano più occupazione più che 25 anni fa, ma non per questo hanno diminuito il ruolo di perno della vita domestica. Hanno meno tempo libero, eppure il modello tradizionale resiste
  • La mancanza di prospettive rende le donne più insicure, timorose di perdere il poco che sono riuscite a conquistare in campo lavorativo. Così tutto diventa difficile.
  • Report Telefono Rosa del Piemonte. Alla scadenza, dell’8 marzo, festa della donna, il Telefono Rosa Piemonte come di consuetudine rende pubblico il report annuale sulle proprie attività (ved. sintesi allegata), dalle azioni di ascolto e accoglienza in sede, ai servizi esterni di Presenza Amica e Vicino a Te, fino alla co-gestione della casa di accoglienza nel progetto Approdo e nelle attività dello sportello di segretariato sociale. Numeri sempre significativi, dietro ai quali vi sono storie laceranti di persone, donne vittime di gravi e dolorose violenze.

Vedi Allegati

Allegato:
il_doppio_orario_delle_donne_dati_censis.doc
donne_e_lavoro_londa_lunga_del_riflusso_cristilli.doc
report_annuale_telefono_rosa.doc
report_2011__sintesi.pdf
manifesto_capaci_di_futuro_8_marzo_2012.pdf

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *