LA SOTTILE LINEA ROSSA – E.Mauro – viaggio inchiesta in Italia cercando la sinistra –

Ezio Mauro pubblica su La Repubblica del 20 novembre un’inchiesta di 12 pagine (allegata) su l’Italia che cambia e la sinistra che si smarrisce e si perde. Inizia così. Dov'è finita la sinistra? La nostra inchiesta parte da Torino, dal tram numero 3 che taglia e ricuce due città: quella del salotto e quella dei nuovi esclusi. Sono loro che hanno gonfiato il vento dei grillini. Seguono molte brevi interviste, considerazioni che sollecitano la riflessione, che spingono alla partecipazione. Così conclude.

«…Forse proprio a Bologna era finita la vecchia sinistra senza saperlo, ma non alla Bolognina, prima, quando il gruppo punk-emiliano CCCP-Fedeli alla linea, sghignazzava sulle sacre origini cantando in Ortodossia le lodi all’Emilia, “la più filosovietica tra le province dell’impero americano” e con il “Cernenko Party” sfotteva la nostalgia: “Voglio un piano quinquennale/voglio la stabilità”.

È degli stessi anni un ammonimento di Luciano Lama che vale anche per oggi: “Non sta scritto da nessuna parte, in nessun libro di storia che la sinistra debba rappresentare per l’eternità un terzo dei cittadini.

Se non capiremo che il modo di cambiare la società in Occidente oggi è uno solo, e per la sinistra si chiama riformismo, ebbene le nostre radici non basteranno da sole a garantirci”. Ricordo Norberto Bobbio che ascoltava, annuiva e quando il convegno sulla sinistra finì prese il microfono nella sala piena, a Roma, dicendo una frase soltanto: “La cosa c’è”.

Cosa aggiungere? Forse le parole di Massimo Bucchi, che da anni tengo inquadrate davanti a me. “Io non credo più nella sinistra”, si lamenta nella vignetta l’uomo con il cappello. “Zitto”, risponde la donna al suo fianco, “e se poi esiste?” ».

Ezio Mauro sottolinea che l'inchiesta è stata realizzata grazie alla collaborazione e all'intelligenza di Enrico Bellavia, Michela Bompani, Eleonora Cappelli, Stefano Cappellini, Pietro Comelli, Giuliano Foschini, Paolo Griseri, Laura Montanari, Matteo Pucciarelli, Conchita Sannino e Wanda Valli. Il direttore del "Piccolo", Enzo D'Antona, è stato la sua  guida per il Nord-Est (E.M.)

Tutte le immagini pubblicate in questo reportage sono di Lorenzo Palmieri e raccontano il suo viaggio sulle tracce della sinistra.

L’inchiesta è suddivisa in 12 capitoli che potete attivare con il link sottostante (Ctrl+ clic) o scaricare l'allegato.

Allegati

  • La sottile linea rossa Viaggio in Italia cercando la sinistra_E.Mauro_La Repubblica
  • I primi commenti sul sito repubblica.it del 21 novembre

Allegato:
la_sottile_linea_rossa_mauro_repubblica_20-11-16.doc
i_primi_48_commenti_sul_sito_repubblica.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.