La scelta di Alexis Tsipras aiuta le sfide d’autunno. Marco Revelli rende pubblica questa sua convinzione su Il Manifesto. Lungi dall’arretrare o «riti­rarsi» a me sem­bra che passi all’offensiva, alzando la posta e quindi, di con­se­guenza, cer­cando di por­tare la pro­pria forza poli­tica all’altezza di essa. In autunno si gio­che­ranno molte sfide in Europa e non solo (…) I cri­tici di Tsi­pras fareb­bero bene a riflet­tere meglio.(vedi allegato). Il ministro uscente dell’economia Jorgos Stathakis rilascia una lunga intervista al Manifesto per motivare che «Restiamo di sinistra e contro l’austerità» (vedi allegato). Sostiene che «L’alleggerimento del debito insieme alle risorse per investimenti e welfare potranno consentirci di sostenere i  cittadini più deboli. Il popolo greco ci darà un mandato chiaro».

Ben diversamente pensa Yaris Varoufakis nell’intervista, del 23 agosto, a La Repubblica «Tsipras ha capitolato, l’accordo è insostenibile senza alleanza progressista l’austerità distruggerà l’Ue». Sottolinea«.Schaeulble e i creditori non vogliono salvarci, la Grecia è un laboratorio, poi attaccheranno lo stato sociale europeo». (vedi allegato).

Luca Ricolfi, sempre con tanti numeri a conforto delle sue tesi, si sofferma sul fatto che l’Italia non ha ancora conquistato l’affidabilità della Eu. (vedi allegato)

Allegato:
tsipras_aiuta_le_sfide_dautunno_revelli.doc
syriza_resta_di_sinistra_intervista_stathakis.doc
tsipras_ha_capitolato_varoufakis.pdf
la_lezione_della_grecia_eu_e_noi_ricolfi.pdf

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *