Barbara Spinelli scrive con semplicità su cose complesse. Nell’articolo “La lezione americana sulla crisi dell’auto” pubblicato su La Repubblica del 15 gennaio, articola analisi e considerazioni che stanno nella testa di molti lavoratori, di molti italiani. Sarebbe davvero interessante conoscere cosa pensano su quell’articolo Luigi Angeletti, Raffaele Bonanni, Susanna Camusso, i segretari nazionali e territoriali dei metalmeccanici . Che inizia così “Quando le crisi sono devastanti non si può fare a meno dello Stato, perché solo quest’ultimo è in grado di metter fine alla devastazione, solo il pubblico sa scommettere sul futuro senza pretendere l’immediato profitto cercato da cerchie sempre più ristrette di privati. Parlando con Ezio Mauro, nell’intervista del 10 gennaio, Sergio Marchionne dice questo, in sostanza, e l’ammissione è importante. Lo dice raccontando una storia di successo – la fusione tra Fiat e Chrysler – e tutte le fiabe sul mercato che guarisce senza Stato si sbriciolano”.

Allegato La lezione americana sulla crisi dell’auto  di Barbara Spinelli La Repubblica 15-1-14

attivando il sottostante link trovate l'intervista di Ezio Mauto a Sergio Marchionne, richiamata nell'articolo di Barbara Spinelli.

http://www.sindacalmente.org/content/i-capannoni-fantasma-di-marchionne-intervista-di-emauro

Allegato:
la_lezione_americana_sulla_crisi_dellauto_spinelli.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *