La grande ipocrisia: «Aiutiamoli a casa loro» Il culmine dell’ipocrisia, con cui il razzismo nasconde la propria cattiva coscienza e cerca di darsi rispettabilità e credibilità, sta nell’affermazione «aiutiamo i migranti a casa loro», gemella dell’altra: «Se partono in meno ci sono meno morti in mare» (dimentica dei morti nei campi libici e smentita, comunque, dai quotidiani naufragi in assenza di soccorsi). Frasi che avrai sentito ripetere spesso e che magari, poco alla volta, ti sono entrate dentro, convincendoti. Ma impara, se posso permettermi un consiglio, a diffidare di queste convinzioni.(…) Sono parole di Don Luigi Ciotti, tratte dal suo ultimo libro “Lettera ad un razzista del terzo millenniopubblicato dalle Edizioni Gruppo Abele, per proseguire nella lettura aprire l’allegato.

 

Allegato:
la_grande_ipocrisia_don_ciotti.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *