Nella FNP si “gioca” con i “pareri pro veritate” per tenere lontano un cislino, Emilio Lonati già seg. Fnp Piemonte Orientale, che ha sopportato una ingiusta sospensione, ricorrendo al parere dell’Ufficio legale Fnp, nel quale si stabilisce la prevalenza di un lodo confederale sulle decisioni del Consiglio Generale della categoria (dicembre 2018) in merito a norme e procedure per l’iscrizione brevi manu al sindacato. Una categoria che, di fatto, si esautora negando la propria autonomia, la sovranità delle decisioni dei propri organismi elettivi statutari.

Pur di accentuare il piglio autoritario, e punitivo, si “dimenticano” le prassi in atto, note e confermate da Segretari Generali della Fnp, come ad esempio per il tesseramento “brevi manu” consentito presso una Lega Pensionati (RLS) diversa dal Comune in cui si risiede. Si fa fatica a seguire questo parere pro veritate dell’Ufficio legale categoriale, che di fatto definisce orientamenti operativi in tema di tesseramento che spettano solamente agli organismi statutari elettivi di categoria. L’art.6 dello Statuto Confederale recita infatti: "Ogni iscritto ha l'obbligo di pagare i contributi d'iscrizione al sindacato con le modalità e nell'ammontare definiti dalla categoria di appartenenza”.

Nel caso di Emilio Lonati (vedi allegati che ben illustrano il caso) balzano all’attenzione  tre considerazioni:

  • avvocati e consulenti sono chiamati a pronunciarsi in campi dove la sovranità è esclusiva degli organismi statutari elettivi. Una gravità assoluta! Avviene ora per Emilio Lonati, come era avvenuto tempo fa per gli stipendi e contributi della Segretaria Annamaria Furlan.
  • le norme e le prassi in vigore nella Cisl si applicano correttamente per gli amici e i fedeli ai gruppi dirigenti, mentre si “interpretano”, con procedure e modalità da “orror” statutario  per chi alza la voce o manifesta resistenze o contrarietà alle proposte dei “quartieri generali” di alto livello, oppure esprime in senso lato il senso critico del proprio pensiero.
  • le prassi hanno un loro specifico valore quando hanno il significato  che  l'eccezione conferma la regola, come recita un noto  proverbio della cultura popolare italiana, di origine dal diritto latino “Exceptio probat regulam in casibus non exceptis. (l'eccezione conferma la regola nei casi non previsti). E nei casi di confini a maggior ragione. Come appunto nel caso citato.

Per maggior conoscenza aprire gli allegati

  • Respinta la mia richiesta di re-iscrizione alla Fnp Cisl_Emilio Lonati
  • Lettera del reggente Muzi di respinta domanda e restituzione quota
  • Prima richiesta di Lonati di “pro veritate” su dichiarazione di del S.G.Fnp Bonfanti
  • Risposta data dall’Ufficio Legale Fnp-Cisl
  • Considerazioni di Lonati sulla “strana” risposta dell'Ufficio Legale Fnp- Cisl

Allegato:
lettera_muzi_x_respinta_iscrizione_18-12-19.doc
considerazioni_sulla_risposta_ufficio_legale_lonati.doc
respinta_mia_iscrizione_lonati_5-1-2020.doc
richiesta_di_parere_pro_veritate_lonati_10-7-19.doc
ufficio_legale_pro_veritate_18-7-19.pdf

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *