In Germania il progetto Industria 4.0 è accompagnato da un parallelo progetto Lavoro 4.0 che la Nota Isril n 1/2017 (allegata) richiama i termini della discussione in atto in Germania fra Governo e parti sociali sottolineando l’utilità che si creino, anche nel nostro Paese, le condizioni per avviare un’analoga esperienza. Alltro problema, a Berlino si è fatto preoccupante il problema dei mini job (allegato) che hanno creato troppa flessibilità. Nella Nota Isril, tra l’altro, si legge quanto segue.

Il capitolo introduttivo analizza l’evoluzione della società lavorativa in termini di potenziale tecnico, l’economia digitale, e di preferenze dei lavoratori, individuando i conseguenti cambiamenti nella struttura professionale della occupazione e nelle nuove forme di impiego dei lavoratori, alla luce anche di alcune macro tendenze che riguardano gli andamenti demografici, la globalizzazione, la società delle conoscenze.

Si indicano poi alcune sfide che si propongono ai decisori politici ed alle parti sociali: come garantire l’occupazione di tutti, considerando quanti ancora non hanno un posto di lavoro o rischiano di perderlo; come creare nuovi posti di lavoro, soprattutto nelle aree di pubblica utilità e con quali supporti statali; come gestire i cambiamenti dei mestieri e dei profili professionali e creare le nuove professionalità digitali; come tutelare i lavoratori meno qualificati più esposti ai rischi di disoccupazione; quale protezione sociale per i lavoratori autonomi in fase di crescita indotta dalle nuove tecnologie digitali.

Nello stesso tempo vengono considerate le nuove preferenze dei lavoratori che vedono nelle trasformazioni digitali nuove occasioni di libertà. Una maggiore flessibilità degli orari per meglio integrare le prestazioni lavorative con gli impegni familiari e le necessità personali. E soprattutto per le giovani generazioni l’aspettativa di un lavoro “decente” include formazione continua, flessibilità degli orari, periodi di aspettativa ed opportunità di sviluppo professionale.

In allegato

  • Reimmaginare il lavoro_la Nota Isril  n.1 del 2017
  • Berlino con i mini-jobs troppa flessibilità_Guerrera_Repubblica 10-1-17

Allegato:
nota_isril_n_1-2017_-_reimmaginare_il_lavoro_lavoro_4_0_in_germania.doc
mini_job_in_germania_guerrera.pdf

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *