Il libro di Chiara Valentini  “O i figli o il lavorofotografa un paese dove essere madri non è più un diritto, prende le mosse da quattro casi esemplari, che ben disegnano lo stato dell’arte in Italia, oggi, per le tante donne che vogliono un figlio ma che intendono anche continuare a lavorare: due diritti entrati in rotta di collisione, a quanto pare. Francesca (medico di 35 anni, espulsa dall’ospedale dove lavorava quando era rimasta incinta), Fiorella (commessa di 20 anni, costretta con le minacce a firmare le dimissioni per la stessa ragione), Rosalba (infermiera in uno studio dentistico che tace la sua gravidanza, continua a fare le radiografie dentali e poi il figlio nasce senza dita alle mani e ai piedi). E poi l’incredibile storia di Gloria, che riesce a tenere segreta la gravidanza e la nascita della sua bambina, ma che viene licenziata per “maternità abusiva”, un non-reato comunque contestatole dall’azienda. Sono storie vere che introducono il quadro inquietante tracciato nei vari capitoli densi di notizie, dati statistici, informazioni preziose e tante altre storie paradossali.

In allegato l’intervista di Tiziana Bartolini a Chiara Valentini sul sito www.noidonne.org

Allegato:
guerra_alla_maternita_valentini-bartolini.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *