Il sito www.nuovi-lavori nella newsletter n.133 selezione 10 articoli per analizzare la conclusione della lunga e difficile vertenza dell'Electolux conclusa unitariamente e con un referendum tra i lavoratori. Il titolo della newsletter è eloquente e inedito per il panorama sindacale di questi ultimi anni. Per avere un riscontro ed un approfondimento pubblichiamo l'home page del sito e vi invitiamo ad aprire gli allegati.

ELECTROLUX TROVA UN SIGNOR ACCORDO

Un modello di protagonismo plurale

di Raffaele Morese

Non è stata una vertenza facile, anzi alquanto anomala. Ha avuto, in partenza, un connotato tradizionale, quasi all’antica. Da una parte, una multinazionale di prestigio come la Electrolux che annuncia ridimensionamenti occupazionali e chiusure di stabilimenti, con toni perentori e apparentemente…

Una concertazione di nuovo conio

di Claudio De Vincenti (*)

La vertenza Electrolux inizia con una doppia decisione da parte della multinazionale: avviare una ristrutturazione con conseguente espulsione delle eccedenze e aprire una investigation sull’Italia. Come noto, a una scelta di questo tipo segue molto probabilmente un forte ridimensionamento se non la…

Le basi ragionevoli della speranza

di Giuliano Poletti (*)

La scorsa settimana i lavoratori di Electrolux hanno approvato l'accordo siglato pochi giorni prima in sede governativa con l'80,3% di sì. I lavoratori in libere assemblee hanno, dunque, detto per l’80,3% di sì, approvando l'accordo Electrolux siglato il 15 maggio a Palazzo Chigi alla presenza del…

Il futuro è più innovazione e qualità del lavoro

di Debora Serracchiani (*)

Quello raggiunto in sede ministeriale sulla Electrolux è un accordo di straordinaria importanza, perché consente di mantenere la produzione in tutti e quattro gli stabilimenti che la multinazionale ha in Italia, salvaguardando l’occupazione e il salario dei lavoratori. Un risultato tanto più importante…

Una tregua per preparare il futuro

di Tiziano Treu (*)

L’accordo siglato il 14 maggio 2014 a conclusione della  vertenza Electrolux  ha ricevuto vasta eco ed è stato salutato  positivamente   dal governo e dalle  parti sociali. Si è ritenuto che l’intesa  sia importante  non solo per i suoi  contenuti specifici  ma anche  in quanto può  rappresentare un…

Cambiate Relazioni Industriali e partnership con le Istituzioni

di Marco Mondini (*)

L’accordo siglato il 15 maggio tra Electrolux, sindacati e Istituzioni nazionali e regionali può senz’altro essere definito come “accordo storico e innovativo” e non mi stupirebbe se divenisse un modello di riferimento per le vertenze industriali, anche se, per qualche aspetto, ha la caratteristica di…

Una vertenza simbolo

di Anna Trovò (*)

Considero l’accordo sottoscritto il 14 maggio un risultato positivo e molto importante raggiunto attraverso una  contrattazione consapevole, grazie alla responsabilità esercitata da tutti i soggetti coinvolti, riconoscendo i problemi posti da ognuno, con la volontà di trovare soluzioni condivise, senza…

Un accordo voluto dai lavoratori

di Michela Spera (*)

In Electrolux è stata raggiunta un'intesa condivisa da tutti e in primo luogo dai lavoratori che, tramite referendum a cui ha partecipato l'81% degli aventi diritto presenti in fabbrica, hanno validato l'ipotesi di accordo con l'80% di voti a favore; non è stato un percorso semplice, scontato o…

Progetto Orizzonte

di Confindustria e CECED

Pubblichiamo la sintesi del PROGETTO ORIZZONTE che il Sistema Confindustria ha elaborato per il rilancio del settore “Apparecchi Domestici e Professionali”, che comprende anche il gruppo Electrolux: "Il settore degli Apparecchi Domestici e Professionali in Italia è in una grave crisi, iniziata nel…

Documentazione Electrolux

di varie

In allegato troverete l'Ipotesi di Accordo e il Verbale di Accordo del 15 maggio 2014 tra la società Electrolux, le organizzazioni sindacali nazionali e territoriali alla presenza  del Presidente del Consiglio dei Ministri, del Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi, del Ministro del Lavoro e…

NEWSLETTER APPROFONDIMENTO

 NEWSLETTER n.133 del 27 MAGGIO 2014

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *