Ripreso il confronto governo-sindacati. Conte 2 promette: meno tasse sul lavoro e lotta all'evasione. Il premier ha ricevuto, mercoledì 18 settembre, i segretari di Cgil, Cisl e Uil per discutere della prossima legge di stabilità. L’ascolto delle parti sociali è un metodo di lavoro che ho adottato sin dall'inizio e che intendo proseguire. Il nostro obiettivo, infatti, è quello di remare insieme per il bene del paese”, ha rimarcato Conte sottolineando che al centro della manovra ci saranno l’alleggerimento della pressione fiscale a partire dalla riduzione delle tasse sul lavoro, una nuova agenda di investimenti ‘verdi’ e un piano strutturale di interventi per il Mezzogiorno”, tenendo conto dei vincoli di finanza pubblica. “Sarà fondamentale anche – ha aggiunto – una seria lotta all'evasione fiscale. Tutti devono pagare le tasse per pagarne meno”.

Molta enfasi ha posto il primo ministro sulla sicurezza sul lavoro, promettendo, tra i prossimi provvedimenti del governo, “un piano straordinario sulla sicurezza”, mentre il ministro del Lavoro Catalfo nel suo intervento ha annunciato che “sulla sicurezza sul lavoro convocherò presto le parti sociali coinvolgendo il ministero della Sanità. Spero che sia l'inizio di un percorso costruttivo”.

Nel suo intervento Catalfo ha anche ricordato che la firma della convenzione sulla rappresentanza sindacale, in calendario domani all'Inps, con Cgil, Cisl, Uil e Confindustria, che dà il via alla misurazione e certificazione del ‘peso’ delle sigle, è “un passo importante”.

Questo, in estrema sintesi, i punti salienti dell’incontro tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte a Cgil, Cisl e Uil (rappresentati dai segretari generali Landini, Furlan e Barbagallo), svoltosi  a Palazzo Chigi e a cui hanno partecipato anche il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, e la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo. Un incontro ben diverso, come metodo, dai due incontri convocati in concorrenza da Conte-Di Maio e da Salvini, poco prima della crisi di Agosto.

In allegato

  • Conte promette: meno tasse sul lavoro e lotta all'evasione
  • Firmata l’intesa con Inps per la «conta» dei sindacati, mai più contratti pirata
  • Accordo sulla rappresentanza primo stop accordi pirata_Il Sole

Articolo correlato 

  • Premi di produttività per 2,5 milioni di lavoratori_Il Sole

Allegato:
riprende_il_confronto_governo-sindacati.doc
rappresentanza_e_accordi_convenzione_inps.doc
accordo_sulla_rappresentanza_primo_stop_accordi_pirata_pagliotti.doc
premi_di_produttivita_per_24_milioni_sole.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *