Trasparenza dei sindacati

Riprendiamo l’articolo “Cominciamo bene” dal sito www.il9marzo.it < Il nuovo anno comincia bene per noi, con un’iniziativa alla quale invitiamo tutti a partecipare, in presenza o a distanza: la presentazione del libro di una giovane docente di diritto del lavoro dell’università di Trento, Chiara Cristofolini, dedicato ai problemi della trasparenza e della democrazia sindacale. Un tema affrontato anche attraverso una comparazione con le legislazioni di altri paesi e nella prospettiva di eventuali interventi legislativi in Italia, di cui l’autrice valuta i possibili profili.

L’appuntamento è a Bologna, il 19 gennaio alle 14.30, presso il dipartimento di sociologia e diritto dell’economia dell’università, che organizza l’incontro assieme all’associazione Prendere parola (e a questo link trovate la locandina con il programma)

Siccome il libro nasce da una ricerca seria e approfondita, l’autrice ha esaminato anche alcune delle vicende di cui veniamo parlando da quando siamo nati, nel marzo del 2015, a cominciare dal commissariamento della Fai e dagli altri che sono seguiti, ponendo in termini scientifici rigorosi il tema di come queste decisioni sono, o non sono, compatibili con il principio della libertà sindacale e della democrazia interna alle organizzazioni. Ma ha esaminato anche il caso dell’espulsione di Fausto Scandola, come vicenda esemplare per valutare le garanzie che ci sono, o non ci sono, nei procedimenti di giustizia interna alle organizzazioni; ed ha preso in seria considerazione anche l’aspetto dei bilanci dei sistemi sindacali, comprese le attività di servizio e quelle for profit, ad esempio nel settore assicurativo per valutare le garanzie che ci sono, o non ci sono, rispetto al rischio di commistione fra logica della rappresentanza e lo scopo di lucro dei propri soci. Problema che noi abbiamo posto da tempo sul caso Aletheia.

Tutto quello che l’autrice propone e sostiene nel suo libro, proprio perché il lavoro di ricerca è serio e documentato, è discutibile nel senso di meritevole di discussione, alla sola condizione che la discussione sia seria e fondata su elementi concreti e mai preconcetti. Ad esempio, l’auspicio dell’autrice di un intervento legislativo in materia (anche) di democrazia sindacale non può essere affrontato (e qui ci riferiamo alla Cisl) sostenendo nei giorni pari che “la Cisl è sempre stata contraria dai tempi di Romani e Pastore” e nei giorni dispari che “la Cisl è sempre stata favorevole a leggi di sostegno”, a seconda delle convenienze del momento.

Perché, come il libro dimostra e come noi sosteniamo da tempo, oggi i sindacati in Italia hanno seri problemi sul piano della democrazia interna, della trasparenza verso gli associati e verso l’esterno, del rispetto dei diritti di partecipazione. Questioni serie, sulle quali bisogna avere il coraggio di mettere alla prova quel patrimonio ideale che Via Po 21 viene svendendo da alcuni anni.

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Dal libro della ricercatrice Chiara Cristofolini, presentato a Bologna il 19 gennaio, per iniziativa di Prendere parola e del Dipartimento di Sociologia e Diritto dell’Economia dell’Università di Bologna, vedi link più avanti, possiamo trarre analisi e spunti per  un approfondimento su temi della trasparenza e della democrazia sindacale, sottolineando che gli stessi hanno un’importanza rivelante sia per la certificazione della rappresentatività delle organizzazioni sindacali sia per l’unità sindacale sempre più necessaria per ridare un ruolo incisivo al sindacalismo italiano. https://sindacalmente.org/content/trasparenza-dei-sindacati/ […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.