Franco Astengo inizia così un interessante articolo. "Rousseau non è una moda passeggera. La democrazia diretta e partecipata è il futuro". Nel giorno in cui il primo cinquestelle – il presidente della Camera Roberto Fico – partecipava a una festa dell'Unità (a Ravenna), Davide Casaleggio scriveva un lungo post pubblicato sul Blog delle stelle, dal titolo "La democrazia non è un voto", in cui prende in esame l'evoluzione della partecipazione democratica. E torna sulla convinzione che in futuro il Parlamento – ovvero la democrazia rappresentativa – non esisterà più.

Spiega il figlio del cofondatore del Movimento 5 stelle: "Oggi alcuni pensano che la Rete non permetta la partecipazione alla vita politica. Gli stessi sono convinti che il modello ottocentesco di organizzare la politica sia qui per restare. Ma per quanto ci si opponga, al cambiamento non interessa se siamo pronti o meno ad accoglierlo".

Si tratta di posizioni al riguardo delle quali vanno opposte argomentazioni adeguate non sottovalutandole.

Il tema della “qualità della democrazia” appare come centrale, anche dentro un’operazione politica che tenda a costruire un’alternativa concreta all’attuale quadro politico e alle suggestioni che Lega e M5S stanno lanciando. (…) per continuare aprire l'allegato

Allegato:
rappresentanza_politica_e_democrazia_diretta_astengo.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *