L'economia reale e lapolitica; la recessione italiana ed il programma per un possibile nuovo governo; la generazione senza lavoro . Dovrebbero essere questi gli argomenti centrali, ogni giorno, delle prime pagine dei giornali, delle notizie principali e degli approfondimenti della televisione pubblica. Cronaca e commenti su grandi fatti che incidono sulla vita qutidiana ben di più delle defaticanti polemiche tra i partiti e movimenti. Come pure il sommovimento dello spread preannunciato dalla crisi finanziaria di Cipro che mette in allarme le banche e offre praterie alle scorribande alla speculazione finanziaria subita con un evento naturale! Alleghiamo le prime pagine di otto quotidiani nazionali di Lunedì 18 marzo. I riflettori sono accesi accesi sul dibattito e sulle anime diverse dell’elettorato e degli eletti del M5S. I titoli sono forzati per “per farsi leggere”. Solamente il Sole 24 Ore rompe lo schema con un editoriale "Il cocktail fiscale che avvelena il paese" di Oriali ( 5 miliardi di nuove tasse per Imu fabbricati, Tarese ed Iva)  e un secondo articolo “Il grido d’allarme dell’economia reale” . Aumenti che scatteranno nei primi mesi del 2013 come applicazione della Legge di Stabilità 2013. La brutta eredità del governo delle grandi intese di cui si auspica la riedizione a prescindere dai suoi misfatti per l’economia reale e la caduta del potere d’acquisto dei salari e pensioni.

Allegati –

  • le prime pagine di Il Sole 24 Ore, La Stampa, L'Unità, Il Messaggero, Il Giornale, La Repubblica, Il Corriere della Sera, Il Fatto Quotidiano.
  • l'editoriale "Il cocktail che avvelena il paese" di Oriali

 

Allegato:
prima_pagina_il_sole_18-3-13.pdf
prima_pagina_stampa_18-3-13.pdf
prima_pagina_lunita_18-3-13.pdf
prima_pagina_il_messaggero_18-3-13.pdf
prima_pagina_il_giornale_18-3-13.pdf
prima_pagina_de_la_repubblica_18-3-13.pdf
prima_pagina_corsera_18-3-13.pdf
prima_pagina_il_fatto_quotidiano.pdf
il_cocktail_fiscale_che_avvelena_il_paese_orioli.pdf

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *