I No Tav sono un vero popolo, la maggioranza della valle di Susa. Sbaglia chi crede che a battersi contro l'alta velocità in Valsusa siano solo i sostenitori del Movimento5 Stelle, gli ambientalisti. Sbaglia due volte chi vede black bloc ad ogni angolo dei boschi. In Valle, giusto o sbagliato che sia a seconda dei punti di vista,  c'è una comunità di 40 mila persone (famiglie, operai, contadini) in lotta da vent'anni. Mentre il cantiere si allarga i valsusini presidiano i monti. Tra chi prega come il gruppo dei “cattolici per la vita della valle”, chi si accampa e chi medita e pratica azioni di disturbo. Tommasso Cerno sintetizza così il sottotitolo della sua inchiesta pubblicata su L’Espresso n.25 del 27 Giugno 2013.

Un articolo da leggere, un viaggio alla scoperta di una sorprendente comunità di artigiani e professori, casalinghe e studenti, solidali, unti, coriacei e fermi nel rifiuto di un progetto zeppo di miraggi e contraddizioni, costoso con una presunta redditività alle calende greche.

Nel file in formato pdf  trovate anche un’intervista a Mario Virano su “Arriva la talpa” di Federico Ferrero.

Apri gli allegati

Allegato:
inchiesta_su_gli_altri_no_tav_espresso.doc
gli_altri_no_tav_espresso.pdf

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *