Il nodo degli asili a Torino.  «Caro Sindaco, sono convinta che i servizi educativi per l’infanzia della Città di Torino debbano rimanere nella sfera della gestione pubblica e troverei preoccupante un orientamento verso una progressiva dismissione dei servizi pubblici educativi a esaurimento del personale dipendente». Così inizia la lettera dell’Assessora Pellerino al Sindaco Fassino, che l’ha presa male perché resa pubblica.

Il nodo riguarda la possibile esternalizzazione, a settembre, di 15 asili pubblici che sarebbero gestiti da Coop. Le norme del patto di stabilità non consentirebbero altre soluzioni. Non così la pensano gli insegnanti interessati, le famiglie coinvolte e l’Assessore Pellerino che hanno individuato una singolare soluzione per mantenere i 15 asili nell’ambito pubblico. Nella Giunta e nella maggioranza non « si fidano» dell’interpretazione di esimi giuristi come Ugo Mattei, che considerano più che percorribile il nuovo sistema di gestione caldeggiato da Pellerino attraverso un’ex Ipab e sostenuto per 2,5 milioni di euro da uno sponsor. Poi Sindaco e Vice Sindaco contestano il metodo seguito dall’Assessore Pellerino nel porre il problema del suo ruolo, infatti nella sua lettera si prospetta la rinuncia a proseguire nell’incarico assessorile se si venisse meno all’impegno programmatico degli asili bene pubblico.

Intanto molti hanno firmato l’appello, in piazza Castello l’appello o sul sito www.firmiamo.it/a-torino-nidi-e-scuole-dell-infanzia-non-sono-in-vendita, perché i nidi restino pubblici. Stessa protesta dal Collettivo civico delle donne del Comune di Torino: «I nidi e le scuole d’infanzia garantiscono la misura essenziale di conciliazione per permettere alle donne di restare nel mercato del lavoro favorendo l’occupazione femminile – spiegano – il Comune deve garantire la continuità dell’azione educativa che, finora, lo ha distinto dagli altri comuni

E’ un problema che non riguarda il solo Comune di Torino.

Per saperne di più leggi gli allegati

Allegato:
raccolte_tremila_firme_asili.doc
asili_pubblici_pellerino_2-4-12.doc
confronto_fassino-pellerino_asili.doc
asili_confronto_continua_4-4-12.pdf

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *