Il caso del principale sito siderurgico italiano e europeo – Il ministro Luigi Di Maio è intervenuto sulla procedura di gara per la cessione dell'Ilva che si è conclusa nel maggio del 2017 (iniziata nell’inverno 2016). Ha prevalso la cordata Arcelor-Mittal su AcciaItalia, nella fase finale di rilancio è stata concessa una dilazione sui tempi per il risanamento ambientale, da 2 a 5 anni. All’inizio in gruppi in gara erano 5. Questa dilatazione è stata considerata un’anomalia nell’iter di aggiudicazione secondo la valutazione dell’Anac (Cantone). Ora il ministro Di Maio ritenendo che sia stato un “pasticcio cambiare le regole in corsa” vuole approfondire l’indagine e chiedere un parere anche all’Avvocatura dello Stato. Sono esplose polemiche e sospetti. Alleghiamo alcuni articoli del Corriere della Sera e di Conquiste del Lavoro che consentono di avere un quadro della situazione e del contendere sull’Ilva, il primo centro siderurgico d’Europa (era..).

 

Allegato:
il_punto_sullilva_corriere.pdf
le_tre_bacchettate_di_cantone_donofrio_cdl_n_140.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *