Come si può “leggere” il  recente XVII Congresso della Cisl?  Si è concluso a Roma sabato  il 15 giugno dopo un iter di più mesi che era iniziato con i Congressi di base e zonali rivolgendosi a 4.442.750 iscritti, 52,5% attivi e 47,5% pensionati. A Roma i delegati nazionali erano 1082, 777 maschi e 305 donne. Vedi in allegato “Congresso in pillole”. Sono state votate lunghe ed interessanti mozioni conclusive. La mozione d’indirizzo (la più breve) conta oltre 3.300 caratteri, oltre 2500 parole. Raffaele Bonanni è stato riconfermato con il 98 per cento dei consensi Segretario Generale della Cisl. La nuova Segreteria Confederale, in base ai voti raccolti, è così composta: Annamaria Furlan, Luigi Sbarra, Maurizio Petriccioli, Pietro Cerrito, Paolo Mezzio, Piero Ragazzini, Fulvio Giacomassi, Liliana Ocmin.

Il Congresso ha eletto i 103 nuovi componenti del Consiglio Generale che si aggiungono ai 40 membri di diritto e ai 60 consiglieri designati dalle strutture regionali e dalle categorie.

E’ questo il summit della democrazia rappresentativa per circa 4,5 milioni di iscritti.

La strategia definita dalla Cisl ha una priorità, il taglio delle tasse:“Tra un taglio dell'Imu e un taglio vigoroso sulle tasse, scegliamo il taglio vigoroso per lavoratori e pensionati". Raffaele Bonanni – alla chiusura del XVII Congresso – si rivolge al Governo così:"Sul fisco il governo deve avere coraggio", criticando le incertezze e le titubanze mostrate dall'esecutivo. ( vedi intervista allegata).

La Confederazione abbonda di strumenti mediatici aggiornati (vedi sito www.cisl.it) e di carta stampata: Conquiste del Lavoro è l’unico quotidiano sindacale che esiste nel mondo. I siti delle categorie e delle strutture territoriali ( tranne lodevoli eccezioni) sono l’opposto di quanto la Cisl afferma per l’informazione e si trovano pochissimi dati sui congressi che si sono svolti, nessuna traccia per quelli di base.

Su www.sindacalmente.org  pubblicheremo alcuni servizi su congressi territoriali e su quello Confederale, raccontando dei tanti "si deve" e dei "bisogna" accostati a decine di giusti obiettivi generali indicati nelle mozioni. Esprimeremo il nostro punto di vista su punti specifici riflettendo sull'antica metafora ( il grande gufo, saggio della foresta, ed il millepiedi sofferente) riprendendo gli appunti di quanto abbiamo annotato, perché invitati, in quattro Congressi: quelli della Fim-Cisl di Torino e del Canavese, quello del Regionale della Fim-Cisl, quello dell’Unione di Torino e del Canavese, quello Regionale Cisl.

I Congressi in genere si sono conclusi con grandi unanimismi, con qualche eccezione, che sollecitano alla riflessione,  rimeditando le affermazioni di Amartya Sen in " La democrazia degli altri" a proposito del voto e della democrazia partecipata.

La metafora del "gufo e del millepiedi" – che molti lettori probabilmente conoscono – sarà allegata  con la prima puntata nel prossimo aggiornamento del sito.

Allegati

  • Congresso Cisl  in pillole
  • L’ intervista di Raffaele Bonanni al Sole del 16-6-2013 dopo la conferma

Allegato:
congresso_in_pillole.pdf
meglio_tagliare_le_tasse_che_limu_bonanni.pdf

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *