Dopo mesi di trattative, a Bologna, è stato sottoscritto da tutti (Comune, sindacati, industriali, costruttori, cooperative e artigiani) un importante accordo, di valenza nazionale, sul tema degli appalti. Stop alle gare al massimo ribasso e garanzia dell’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori per i lavoratori che vengono riassunti con un nuovo contratto, in caso di cambio d’appalto. Inoltre una clausola sociale che assegna più punti alle aziende che assumono lavoratori svantaggiati.

E’ un accordo per evitare distorsioni negli appalti affidati dal Comune di Bologna e delle sue società controllate. Cgil e Cisl hanno sottolineato il loro apprezzamento. Il Sindaco, Virginio Merola, ha dichiarato: "È stata accolta la proposta che avevo lanciato alla manifestazione di don Luigi Ciotti, ora vogliamo estenderlo anche agli altri Comuni della città metropolitana".

Per maggior informazione aprite l’articolo allegato

Allegato:
appalti_si_cambia_in_meglio_bologna.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *