I referendum di domenica e lunedì prossimi hanno una grande importanza sia per il loro contenuto sia perchè vengono dopo il vento che è cambiato con il risultato delle elezioni amministrative appena passate. Si decide su argomenti di grande importanza, che condizioneranno la nostra vita per molti anni a venire. Ma hanno anche una chiara valenza politica, perché dovranno confermare o rigettare alcune decisioni chiave prese dal governo. Quanto affermato dal premier Berlusconi di voler lasciare liberi gli elettori, se votare come credono  o di non recarsi ai seggi, è un misto tra furberia e ipocrisia politica. Certo ipocrisia politica: si vota su leggi varate dal Governo che in tal caso, temendo l’esito, lo stesso non "mette più la faccia" confidando nella diserzione delle urne. E’ grave che il Premier ed il vice dicano che non andranno a votare. Siamo ai confini dell’etica costituzionale per chi governa ed esercita rappresentanze istituzionali tanto elevate. Ci sono tanti altri che sperano …e pregano che non si raggiunga il quorum. Ma stavolta ci sono anche tanti che pregano veramente ( credenti e chiesa) che invitano ad esercitare il proprio impegno di cittadini consapevoli. Ma cosa faranno Luigi & Raffaele … seguiranno i premier? Sembra sia così a meno di ravvedimenti dell’ultima ora! Loro pensano, naturalmente, che certi problemi, insomma, mica si risolvono a colpi di referndum! Meglio a colpi di voti di fiducia blindando la maggioranza, stile Berlusca.

ll popolo della Cisl seguirà il suo segretario generale che ha dichiarato di non voler recarsi alle urne e di essere pro nucleare e per il sì dei privati a gestire l’acqua pubblica? Non crediamo proprio. Non votare, in questo caso e spiace dirlo per un sindacalista, è una sorta di…crumiraggio pro governo;  un governo che conta storie e non dice la verità da troppo tempo, che illude ed inganna i cittadini, come denuncia anche il prestigioso Economist.

In allegato  SETTE  interessanti articoli e due linke

 

http://teresio.altervista.org/?p=1971

Allegato:
Appello al voto (con firmatari).pdf
Referendum Cisl Bologna.doc
Quattro sì che valgono doppio_Clericetti.doc
Alternative all’atomo_sbilanciamoci.doc
Referendum su l’acqua ai privati_Zanotelli.doc
Documento Referendum-Segr Naz-Fim.pdf
REFERENDUM 10 motivi per il Sì.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *