TTIP è l’acronimo di «Transatlantic trade and investment partnership», cioè l’accordo transaltantico sul commercio e gli investimenti tra Usa e Eu. Prevede 24 capitoli, suddivisi in tre pilastri: 1) l’accesso al mercato, 2) la cooperazione normativa e 3) le nuove regole. Il Trattato più segreto del mondo diventa pubblico o meglio dire “meno segreto” dal 30 maggio. Ora parlamentari e funzionari governativi italiani possono prendere visione dei documenti riservati relativi al Ttip  presso la sala di lettura istituita al ministero dello Sviluppo economico. Con le rigide modalità definite da Bruxelles. Comunque un passo avanti (vedi allegato). Alleghiamo un breve dossier per conoscere le sette parole chiave del difficile negoziato che trova molte resistenze nella UE in quanto le multinazionali sarebbero favorite rispetto ai diritti dei consumatori e dei lavoratori.  

Le sette parole chiave, indicate da L’Espresso (allegato) sono: barriere non tariffarie, ISDS ovvero la risoluzione delle dispute tra investitori, principio di precauzione, principio per l’evidenza scientifica, IG e Trademark, divieto di evocazione.

I documenti del negoziato Ttip, vedi il sito Corriere della Sera, sono riassunti in 10 punti.

1.Il percorso

2.Il vino e l’agricoltura

3.  Istruzione, sanità, acqua

4. Perché abolire i dazi

5.La sicurezza di giocattoli ed elettrodomestici

6.Cibo, animali e piante

7.Cosmetici e pesticidi

8.Le piccole e medie imprese

9.Energia e materie prime

10.Le culture

Per conoscere di più aprire i SEI  allegati

Allegato:
i_documenti_del_ttip_diventano_pubblici.doc
ttip_calenda_non_molla_fq.doc
ttip_patto_avvelenato_espresso.pdf
cose_il_ttip_2014.doc
opporsi_e_di_destra_o_di_sinistra.pdf
il_negoziato_in_10_punti_scheda_corsera.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *