Giorgio La Malfa e Giovanni Farese, su Il Corriere della Sera, ricostruiscono le vicende del “Settembre 1992, attacco alla lira”, con l’inflazione alle stelle e i rendimenti del Bot sopra il 12%.. Che protezioni esistevano allora? Per evitare il tracollo della Lira, il Governo Amato varò un manovra finanziaria di 93.000 miliardi di vecchie lire, con una tassa patrimoniale sui titoli e conti bancari del 6 per mille. Sempre più si scorda la storia del serpente monetario (1972), sostituito dal sistema monetario europeo (SME, 1979) e poi dall’Eur, il debutto nel 1999 sui mercati finanziari, dal 2002 come circolazione monetaria in 12 paesi aderenti alla Ue.

Le campagne elettorali che nel nostro paese sono sempre attive lasciano sullo sfondo, o le ignorano del tutto o le deformano, la storia della moneta, dei tassi di scambio, delle svalutazioni, dell’inflazione. E’ un  problema primario, ancor più nell’era della globalizzazione. Sia per gli europeisti convinti, sia per i sovranisti.

Con l’articolo di La Malfa e Farese alleghiamo altri commenti di anni fa sullo stesso evento del 1972 e  articoli tratti da wikipedia sulla storia del serpente monetario, dello Sme e dell’Euro.

Allegato:
settembre_1972_attacco_allalira_la_malfa-farese.doc
lautunno_nero_del_92_svalutazioni_e_tasse_pesole_sole.doc
il_1992_inizio_di_una_nuova_era_giovine_europa_now.doc
i_serpente_monetario_europeo_1972.doc
storia_delleuro_wikipedia.doc
zona_euro_wikipedia.doc
quel_mercoledi_nero_1992_wikipedia.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *