La Legge sulla Buona Scuola è ora in vigore. Sul seguente  sito trovate il testo finale e i cambiamenti intervenuti http://www.edscuola.eu/wordpress/?p=57266. Alleghiamo alcuni articoli di commento assai diversi. Per il fronte del No abbiamo scelto quelli pubblicati su Il Manifesto che bocciano la legge come un provvedimento che lede il ruolo della scuola pubblica e la libertà d’insegnamento (e altro ancora).

Dal Forum Istruzione e Formazione del Pd di Torino, critico e propositivo (coordinato da R.Bresciani e M.Bollettino), abbiamo scelto documenti che fanno un bilancio dell' iter legislativo della legge, evidenziando i miglioramenti conseguiti rispetto il testo originario.

Superare la profonda frattura che si é creata tra il Governo Renzi e il mondo della scuola non sarà impresa facile. Così pure per le relazioni contrattuali indispensabili per attuare, giorno dopo giorno, una riforma della scuola che richiede partecipazione attiva di tutti i soggetti.

I toni aspri della battaglia parlamentare, la scelta malaugurata del governo di sottrarsi ad un reale confronto (optando per un mero ascolto), le migliaia di emendamenti che di certo non servono a far comprendere  le proposte alternative, hanno contribuito a commenti conclusivi molto forzati che spesso travalicano il merito del testo legislativo.

Con l’avvio del nuovo anno scolastico ci sarà l’inizio della  stabilizzazione  dei precari e la copertura di tutti i posti  per aree territoriali e per competenze disciplinari.  Sarà questa la prima occasione per verificare che la stessa sia  funzionale  e equa. Così pure sarà per l'utilità e l'efficacia dell'organico aggiuntivo dell'autonomia, campo in cui il Preside potrà avvalersi di nuovi poteri decisionali, finalizzati ad un deciso  miglioramento delle istituzioni scolastiche.

In allegato trovate

  • La scuola non si rassegnerà a Renzi di Alba Sasso
  • Articoli critici pubblicati su  Il Manifesto e www.controlacrisi.org
  • La scuola non va in vacanza_scheda iter parlamentare di Umberto D'Ottavio
  • La Buona Scuola_Dossier n.96_ Deputati Pd
  • Maxiemendamento valutazioni Forum Pd Torino
  • Buona Scuola. Una sconfitta per tutti di B.Piras sito le paroleelecose.it
  • Dati 'organico ordinario e del potenziamento dell'autonomia per la Regione Piemonte
  •  

 

Allegato:
la_scuola_non_si_rassegnera_a_renzi_alba_sasso.doc
articoli_critici_al_testo_definitivo_manifesto.doc
la_scuola_non_va_in_vacanza_scheda_dottavio.doc
la_buona_scuola_dossier_96_deputati_pd.pdf
maxiemendamento_valutazioni_del_forum_pd_torino.doc
la_buona_scuola._una_sconfitta_per_tutti_piras.pdf
piemonte_assunzioni.pdf

1 commento
  1. Aldo romagnolliAnonimo
    Aldo romagnolliAnonimo dice:

    Il settore della formazione in generale e della scuola in senso lato,e’ sempre stato un vespaio o un inestricabile groviglio entro al quale ai piu e’ sempre parso che a contare non fossero gli interessi degli allievi ma digran lunga prevalessero quelli degli operatori scolastici.
    La scuola come posto di lavoro e non come luogo dove si cominciavano a formare le nove generazioni era ed e’ quello che conta ancora oggi .
    Non contano la didattica ,i programmi formativi, la efficienza e la efficacia della preparazione.
    Dietro alla libertà di insegnamento ,grande cosa, si nascondono pero troppe passività e insufficienze che alla fine molto danno lasciano dietro di se.
    Il guaio non sara’ il nuovo autoritarismo dei presidi ma il coraggio o meno di esercitare la RESPONSABILITA che gli verra riconosciuta ,sapendo, per esperienza che in una ATTIVITA pubblica il buon funzionamento e la efficacia dei servizio e degli uffici comincia e dipende dalla capacita della dirigenza e non certamente dalla sua anzianità . Aldo Romagnolli

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *