Il dramma sociale, economico e politico del Venezuela. La Conferenza episcopale non sta né con Maduro né con Guaidó, sta con il popolo che soffre. Non appoggiamo la persona, ma chi rappresenta l’istanza di cambiamento. E la sofferenza del popolo che ha delegittimato Maduro. I vescovi del Venezuela indicano la strada per una mediazione. Alleghiamo l’intervista al Fatto Quotidiano del cardinale Baltazar Porras, amministratore apostolico di Caracas: Il Papa non fa da mediatore se non c'è la volontà di un vero dialogo Il Paese è allo stremo. La povertà aumenta, scarseggiano generi alimentari, farmaci, elettricità, acqua potabile. Questo ha spinto la popolazione più stanca, delusa e sfruttata a pretendere un cambiamento profondo. I miei concittadini aspettano gli aiuti umanitari, ma lo Stato che li ha affamati come può gestire un’operazione così vitale? Quello che manca oggi è un dialogo, un canale di comunicazione tra Maduro e Guaidó. Il Vaticano ha provato in passato (…)

Cosa è successo il 20 maggio 2018 per il voto delle presidenziali

La situazione istituzionale in Venezuela è complicata da tempo: il Parlamento uscito dalle elezioni del 2015, e controllato dai partiti che si oppongono al governo, è stato svuotato di poteri e sostituito con una Assemblea filo-governativa voluta da Maduro.

Alle elezioni presidenziali del 20 maggio 2018, i principali partiti dell’opposizione, divisi e litigiosi, hanno disertato le urne per fare emergere la deriva dirigista di Maduro. Scelta che molti analisti latinoamericani hanno commentato negativamente considerandolo un paradossale vantaggio per il governo. I candidati erano quattro. Maduro ha vinto con circa il 68% dei voti per un’affluenza poco superiore al 47%. Quel risultato e quei dati furono contestati. (vedi articoli allegati pro e contro).

A questa intricata situazione istituzionale nell’immediato appaiono ancora più gravi i problemi sociali e economici: la scarsità di cibo e di medicinali, l’iperinflazione e un ipotetico default, provocato da eventuali inadempienze nelle scadenze di tranche di debito venezuelano.

Articoli correlati sull'oggi

  • Intervista al cardinal Baltzar Porras di A.Grossi e C.Trecce_FQ
  • Dossier Venezuela di Salvatore Cannavò_FQ
  • Lo sporco gioco a Caracas di Gigi Riva_Espresso n.6
  • intervista a Juan Guaidò di Lucia Capuzzi su L'Avvenire
  • La lettera di Di Maio a Guaidò in esclusiva per l'Avvenire
  • Dialogo difficile e scommessa mdediazione se_ Raul Zibechi_Il Manifesto
  • No, sul Venezuela stavolta Mattarella sbaglia_Castellina_Manifesto
  • Furlan, fare proprio l'appello di Mattarella_Cisl_Conquiste del Lavoro
  • Dopo Maduro anche Guaidò si appella al Papa_Agasso_Stampa

Articoli correlati su elezioni presidenziali del 20 maggio 2018

  • Le presidenziali di domenica 5 maggio 2018_Il Sole
  • Nicolas Maduro è stato rieletto presidente_IlPost
  • Venezuela le elezioni farsa del 20-5-2018_Il Fatto Quotidiano
  • Pro Maduro il commento al voto presidenziale_Comitato Fonseca

Allegato:
e_la_sofferena_del_popolo_che_balzar_porras_fq.pdf
dossier_venezuela_cannavo_fq.pdf
gioco_sporco_a_caracas_riva_espresso.pdf
intervista_a_guaido_capuzzi_avvenire.doc
la_lettera_di_di_maio_a_guaido_6-2-19_avvenire.doc
la_scommessa_sulla_mediazione_raul_zibechi_manifesto.pdf
le_presidenziali_di_domenica_20-5-18_sole.doc
nicolas_maduro_e_stato_rieletto_presidente_del_venezuela_ilpost.doc
venezuela_le_elezioni_farsa_del_20-5-18_lapertosa_fq.doc
pro_maduro_voto_presidenziali_in_venezuela_21-5-18.doc
no_sul_venezuela_stavolta_mattarella_sbaglia_castellina_manifesto.doc
furlan_fare_proprio_lappello_di_mattarella_cisl.doc
dopo_maduro_anche_guaido_si_appella_al_papa_agasso.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *