Una relazione del Gruppo dell'Alleanza progressista di Socialisti e Democratici al Parlamento Europeo, rivela che i Paesi dell’UE perdono circa 825.000 milioni di euro di entrate annuali a causa dell’evasione. Va ricordato che il 1° gennaio di quest’anno è entrata in vigore la direttiva anti-evasione fiscale dell’Unione europea, che rappresenta un altro passo avanti nella lotta contro questo tipo di frode. Questo processo, avviato nel 2012, ha innalzato gli standard comunitari contro l’evasione fiscale e con quest’ultima direttiva l’attenzione si concentra sulle pratiche “aggressive” di alcune multinazionali per evitare di pagare le tasse.

Oltre a una cifra globale di quanto è stato perso nell’UE nel suo insieme (825.000 milioni di euro), la relazione offre dettagli sull’evasione fiscale nei singoli Paesi membri. Ai primi posti troviamo la Romania con il 39,5%, mentre l’Italia si piazza ben al terzo posto con il 25,9%. Agli ultimi posti dell’evasione fiscale vi sono la Svezia con l’1% e il Lussemburgo con lo 0,9%. (..) per proseguire aprire l'allegato

Allegato:
carcere_per_i_grandi_evasori_fiscali_friso.doc

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *